Mister Serena presenta la settimana che porta a Siena-Padova

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:00
foto getty images
foto getty images

SERIE B PADOVA SERENA DICHIARAZIONI CONFERENZA STAMPA / PADOVA – Il prossimo week end potrebbe portare alla retrocessione matematica in Lega Pro,oppure prolungare la speranza di raggiungere una salvezza che a questo pare insperata. Michele Serena, allenatore del Padova, prova a suonare la carica a tutto l’ambiente biancoscudato e, intervenuto in conferenza stampa, ha parlato della prossima sfida sul campo del Siena, come riporta il sito ufficiale del club:

“Io ci credo, perché finché c’è speranza è nostro dovere crederci e sperarci. Sabato ci è andato tutto bene, speravo finisse così, poi domenica indipendentemente dl risultato di Novara-Varese noi dovremo fare i tre punti e basta. Andiamo a giocare in un campo difficile, e nonostante i problemi che hanno hanno disputato un campionato importante. Siamo spesso arrivati a giocare partite da ultima spiaggia e non siamo riusciti a farle nostre, speriamo che domenica succeda il contrario. Abbiamo solo un risultato utile. Paradossalmente non abbiamo niente da perdere anche se in realtà abbiamo tutto da perdere… Meglio stare davanti o inseguire a livello di pressione? Sempre meglio stare davanti. Spaventato che il Padova non abbia mai vinto due partite di seguito? No, i cicli per essere fatti devono iniziare, e queste ultime tre partite possono farci aprire un mini-ciclo. Il Siena sta facendo un campionato incredibile nonostante le problematiche che tutti conoscono. Se perdono questa sera non saranno in vacanza, e lo credo veramente perché non ci sono squadre che ti regalano qualcosa. Può capitare che chi non ha più traguardi da raggiungere ci metta meno carica in campo, ma poi sta sempre e solo all’altra squadra riuscire ad ottenere la vittoria. Come si preparano partite simili? Sempre nel solito modo, rimanendo tranquilli e lavorando sul campo preparandosi al meglio, potevo chiedere di andare in ritiro anticipato o altro ed invece ho deciso di lavorare un giorno in più. Musacci, Santacroce e Ceccarelli? Scelta tecnica, ho deciso di portare in ritiro solo i convocati, è una scelta mia”.