getty images
getty images

SERIE B EUROBET PIERMARIO MOROSINI Nella giornata odierna la triste ricorrenza: la morte di Piermario Morosini

Due anni da quel maledetto pomeriggio dell’Adriatico Cornacchia. Si giocava Pescara-Livorno con gli amaranto in doppio vantaggio alla ricerca di un successo per evitare la bagarre della zona calda. All’improvviso il dramma che colpisce Piermario Morosini al 31° della prima frazione: immagini drammatiche che fanno il giro del mondo nel silenzio del pubblico sugli spalti. I calciatori toscani capiscono immediatamente di cosa si tratta e scoppiano in lacrime mentre il calciatore viene portato in ospedale. Difficile dimenticare ciò che è accaduto quel giorno, impossibile non ricordare Piermario. “Moro nei nostri cuori” è lo striscione che ieri capeggiava nella curva amaranto, perchè nei nostri cuori rimarrà. In questi casi il calcio assume un ruolo secondario, in quel maledetto pomeriggio tutti gli appassionati cadetti hanno legato il loro ricordo al centrocampista che prima di salutare questa terra ha provato la sua ultima rincorsa. Perchè, come ci ha sempre insegnato sul campo, Mario era un ragazzo generoso che non lesinava energie lottando fino all’ultimo minuto di recupero per la maglia che indossava. Un mediano il quale ha anche assaporato la gioia di vestire tutte le casacche delle Nazionali italiane giovanili fino a quella dell”Under 21.