Iori presenta in conferenza stampa il derby tra Padova e Cittadella

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:30
foto getty images
foto getty images

SERIE B PADOVA IORI DICHIARAZIONI CONFERENZA STAMPA / PADOVA – Sabato all’Euganeo va in scena il derby veneto probabilmente più decisivo degli ultimi anni. Padova e Cittadella si giocano una buona fetta di salvezza in novanta minuti in un’atmosfera che promette scintille.

Una partita fondamentale, da non sbagliare, una partita che le due tifoserie aspettano ormai da tempo e che potrebbe dire moltissimo sulla classifica e sul futuro delle due compagini. Lo sa benissimo anche uno dei pilastri della squadra biancoscudata, Manuel Iori che, come riportato dal sito ufficiale del club, ha dichiarato in conferenza stampa: “Risorti a Varese? Direi di no, ma sicuramente abbiamo fatto un’ottima prestazione ottenendo un risultato importante. Vincere ci ha fatto bene con un’ottima gara dando continuità ai risultati precedenti. Diciamo che nelle ultime partite abbiamo sempre fatto bene poi anche un’ottima prestazione a livello di squadra. Abbiamo lavorato bene di reparti, siamo sempre stati corti e concretizzato nel finale: la strada è giusta abbiamo partita importante. Il derby sarà una partita molto importante per la classifica: servono punti a entrambe e sarà difficile anche se sappiamo che abbiamo a disposizione solo un risultato: vincere per dare continuità e tirarci fuori dai guai, sarebbe un passo importante. Ho sofferto inizialmente per recuperare in breve tempo e non ho mai staccato. Ora ho messo dentro minuti e la condizione comincia a migliorare e crescere. Serena ha dato fiducia a tutti da quando è arrivato ha chiarito alcune cose ci ha chiesto di comportarci in un determinato modo e stiamo dando segnali importanti: c’era bisogno di avere una linea da seguire ce l’ha data e stiamo vedendo i risultati. Il derby sarà importante essendo a pari punti diventa fondamentale fare risultato. Affrontare il Cittadella per me sarà particolare per gli anni trascorsi li. Dei vecchi compagni non è rimasto quasi nessuno a parte Coralli, che però non giocherà. Non dobbiamo pensare a niente solo a fare la partita con chiunque vada in campo. Sarà un derby di bassa classifica, i punti valgono doppio e dovremo dare il 120 per cento. Non penso si faranno calcoli, il pareggio non serve veramente a nessuno e penso che tutte e due giocheranno per vincere. Loro sono una squadra abituata a soffrire e a lottare fino alla fine, dobbiamo temere questo perché arriveranno agguerriti per portare a casa punti dovremo avere voglia e atteggiamento giusto. Conservo un ottimo ricordo di Foscarini, mi ha fatto fare cento e passa partite e mi ha dato tanto sotto tutti i punti di vista”.