serie b logo

SERIE B ANALISI 28/A GIORNATA / MILANO – 21 reti, nessuno 0 a 0, un solo pareggio, quello fra Padova e Modena, e tre vittorie esterne: la Reggina a Carpi, il Siena a Trapani e il Latina a Brescia che, grazie a questa vittoria, aggancia il terzo posto in solitaria. Sono i temi principali di questa 28a giornata di Serie B Eurobet, settima di ritorno, che nella parte alta della classifica registra anche la vittoria del Crotone contro il Cittadella e le sconfitte della Virtus Lanciano e del Cesena a opera, rispettivamente, di Bari e Pescara. Importante vittoria in ottica play out del Novara sullo Spezia, 2 a 0, e con l’identico punteggio della Ternana sul Varese.

Pescara-Cesena 2-0
La scossa di Serse Cosmi sulla panchina del Pescara inizia a dare i primi frutti. Dopo 6 sconfitte consecutive e un pareggio, gli abruzzesi conquistano 3 punti fondamentali in casa contro il Cesena. Termina 2-0 per il Pescara la sfida della 28/a giornata di Serie B Eurobet. Decidono le reti di Zuparic al 43′ del primo tempo in mischia e di Politano al 12′ st con un preciso diagonale mancino. Nel finale gli ospiti hanno l’opportunità di accorciare ma Gagliardini si fa respingere un rigore da Pelizzoli. Vittoria che porta il Pescara a 38 punti in classifica e in piena corsa per i play off. Il Cesena resta fermo a quota 43, 5 in più degli abruzzesi.
Trapani-Siena 0-2
Colpo grosso del Siena, che si impone per 2-0 in casa del Trapani. Decide una doppietta di Nico Pulzetti nel secondo tempo. Prima frazione con una certa supremazia del Trapani, pericoloso più volte con Iunco e con una conclusione di Basso dalla distanza. Per il Siena una sola opportunità sciupata da Rosina. Nel secondo tempo la squadra di Beretta sblocca il risultato al 17′ con un bel diagonale mancino su assist di Vergassola. Il Trapani non riesce ad organizzare una reazione convincente, rischiando più volte di subire il raddoppio colpendo un palo ancora con Pulzetti. L’unica occasione del Trapani è un palo di Rossetti. Il secondo gol del Siena arriva a due minuti dalla fine ancora con lo scatenato Pulzetti, che batte Nordi con un destro da distanza ravvicinata. In classifica i toscani si portano a 39 punti e tornano in piena corsa per i play off, che distano ora solo tre punti. Trapani che perde terreno dalle prime e che resta fermo proprio a quota 42.
Ternana-Varese 2-0
La Ternana supera 2-0 il Varese. Tre punti importanti per gli umbri, che si portano a quota 35 punti in classifica allontanandosi dalle zone pericolose. Il Varese rimane invece fermo a 36. Ternana in vantaggio al 18′ con un gran sinistro di Zito, a coronamento di una bella azione corale. La partita si accende, con le due squadre che si affrontano a viso aperto con occasioni da una parte e dell’altra. La svolta della partita al 33′ della ripresa, quando il Varese resta in dieci per l’espulsione di Corti. Passano tre minuti e la Ternana chiude il match con il gol del raddoppio firmato da Litteri, bravo a superare il portiere con un preciso sinistro sul secondo palo.
Bari-Virtus Lanciano 1-0
La Virtus Lanciano vede sfumare il possibile sorpasso ai danni dell’Empoli al secondo posto del campionato di Serie B Eurobet perdendo di misura contro il Bari nell’incontro valido per la 28/a giornata del campionato. I pugliesi invece trovano il terzo successo consecutivo tra le mura amiche, riuscendo a tenersi ancora fuori dalla zona retrocessione, in una settimana turbolenta dal punto di vista societario a causa del fallimento del club. La prima opportunità la creano gli ospiti al 12′. Guarna riesce ad anticipare Thiam, ma la palla finisce dalle parti di Di Cecco, che calcia alto sopra la traversa da buona posizione. Il portiere della squadra di Alberti si ripete al 22′, deviando in corner l’ottima conclusione dalla lunga distanza di Minotti. Tre minuti dopo è ancora Thiam a sfiorare il vantaggio, ma il suo colpo di testa da buona posizione finisce a lato. L’undici di Baroni continua a premere, mancando due ghiotte opportunità: al 27′ Comi a tu per tu con Guarna si fa recuperare dalla retroguardia pugliese, un minuto invece la conclusione sul secondo palo di Thiam va a sbattere contro il palo. Nel miglior momento degli abruzzesi è il Bari a passare: Galano sugli sviluppi di un calcio d’angolo trova il colpo di testa di Ceppitelli che porta in vantaggio i padroni di casa. La reazione della Virtus è immediata, ma ancora una volta Guarna sul tentativo di Comi si rivela provvidenziale. Nella ripresa i pugliesi, forti del vantaggio, riescono a rendersi maggiormente pericolosi. Al 4′ Beltrame sciupa da buona posizione, al 27′ Galano di testa anticipa tutti senza però riuscire a trovare la porta. Rispetto al primo tempo il Lanciano appare più impacciato, anche se all’8′ un sinistro di Falcinelli costringe Guarna all’ennesimo intervento di giornata. L’undici di Alberti risponde al 31′ con un colpo di testa di Joao Silva, bloccato da Sepe proprio sulla linea di porta. I padroni di casa si complicano la vita al 31′, quando una brutta entrata di Nadarevic lascia il Bari in dieci. Proprio nell’ultimo minuto di recupero il possibile pareggio di Troest si infrange contro l’ennesima parata di Guarna, vero eroe di giornata.
Brescia-Latina 0-2
Continua a volare il Latina, che espugna il Rigamonti di Brescia e si porta al terzo posto in classifica in solitaria. Prosegue il momento no invece per i lombardi, alla terza sconfitta consecutiva. La partenza degli ospiti è di quelle da incorniciare. Alla prima opportunità infatti i nerazzurri passano. Jonathas al 4′ con un tiro di controbalzo pesca il jolly che vale lo 0-1. I padroni di casa non riescono a reagire e alla mezzora arriva il raddoppio. Cragno respinge il colpo di testa di Jonathas su cross di Ristovski, ma nulla può sul tapin di Paolucci, che anticipa tutti e scaraventa in fondo al sacco il suo primo gol in maglia nerazzurra. Il Brescia è stordito e ci prova ancora con Olivera dalla grande distanza, senza alcun problema per Iacobucci. Lo stesso Olivera rimedia al 38′ il secondo giallo della partita complicando ulteriormente le cose per i lombardi. Nella ripresa le cose non cambiano, anzi sono sempre gli ospiti a fare la partita. All’8′ Cragno devia in corner un diagonale di Paolucci. Al 13′ ci prova Caracciolo a riaprire la partita, ma il suo tiro termina sul palo. Dieci minuti più tardi stessa sorte per l’incornata dell’ariete biancoazzurro che su cross di Saba anticipa Cottafava e Iacobucci trovando la traversa. Nel finale i lombardi devono anche rinunciare per infortunio al proprio attaccante senza più riuscire a trovare la rete che avrebbe riaperto i giochi.
Padova-Modena 2-2
Padova e Modena hanno pareggiato 2-2. Il Modena avanti 2-0 all’intervallo con le reti di Babacar e Cionek, nella ripresa perde la testa e si fa rimontare da un Padova spronato dall’orgoglioso pubblico dell’Euganeo. Nella ripresa sono Cuffa ed Improta a salvare i biancoscudati da un’altra pesante sconfitta. In classifica il Padova è sempre penultimo a quota 22 punti. Il Modena aggancia invece il Varese a quota 36.
Novara-Spezia 2-0
Il Novara conquista tre punti importantissimi in chiave salvezza superando per 2-0 lo Spezia in un match valido per la 28/a giornata del campionato Serie B Eurobet. Rigenerati dal ritorno in panchina di Aglietti, i piemontesi giocano una gara coraggiosa e vincono meritatamente contro la compagine ligure. Spezia alla prima sconfitta del 2014. In classifica il Novara sale a quota 31 punti mentre i liguri restano a quota 40. Il Novara passa in vantaggio al 24′ con un gol dell’ex Sansovini, con un colpo di testa su azione di calcio d’angolo. Tenuto in partita da un grande Leali, lo Spezia capitola di nuovo al 32′ della ripresa con Faragò che segna a porta vuota dopo un tiro di Gonzalez respinto proprio dal portiere spezzino. Lo stesso Faragò nel finale viene espulso per un fallo di mano volentario, ma ormai la vittoria era in ghiaccio.
Carpi-Reggina 0-3
La Reggina torna a vincere dopo più di un mese e continua a sperare nella salvezza, nonostante i concomitanti successi di Bari e Novara, le squadre che la precedono. Gli amaranto vincono con un secco 3-0 a Carpi, in una gara condotta per lo più dai padroni di casa che non sono riusciti a concretizzare, a differenza degli ospiti, le occasioni avute. Le due squadre non si risparmiano fin dai primi minuti di gioco. Al 5′ il tentativo di Dumitru finisce a lato di un soffio, due minuti dopo invece è Porcari dalla parte opposta a sfiorare la porta. Al 10′ sugli sviluppi di un corner tentativo di Ardemagni, ma Pigliacelli gli mura la conclusione, ripetendosi poi un minuto dopo sul velenoso tiro di Di Gaudio. Al 27′ il palo salva gli ospiti sulla punizione di Sgrigna, mentre tre minuti dopo si rinnova il duello Di Gaudio-Pigliacelli, con quest’ultimo che evita la rete. Nella ripresa alla prima opportunità la squadra di Gagliardi passa: al 18′ Lucioni risolve una mischia sulla punizione di Foglio portando avanti la Reggina, che raddoppia quasi immediatamente. Sbaffo infatti al 24′ con un tiro a giro infila la palla là dove Colombi non può arrivare. Il Carpi accusa il colpo e gli ospiti dilagano: al 34′ Di Michele trova il 3-0 con un destro preciso a tu per tu con il portiere.
Crotone-Cittadella 2-0
Il Crotone liquida il Cittadella con un gol per tempo. L’undici di Drago rientra così in zona playoff dopo la sconfitta con il Modena, mentre per i veneti, terzultimi in classifica, la situazione si fa sempre più preoccupante, con una vittoria che manca dal 26 dicembre scorso. I padroni di casa si portano in vantaggio dopo due giri di lancette: al 2′ infatti Giannone su punizione sblocca subito il risultato. La reazione degli ospiti è in una conclusione di Jidayi respinta da Gomis. L’undici di Drago sembra poter controllare l’andamento della partita, e ogni tanto tenta l’affondo. Al 37′ ancora Giannone tenta un sinistro che finisce a lato di un soffio. Un minuto dopo però la gara sembra improvvisamente riaprirsi quando un’ingenuità di Dezi costa il secondo giallo lasciando il Crotone in dieci. Nella ripresa il Cittadella parte bene, ma Gomis fa buona guardia al 14′ sul traversone di Alborno. L’undici di Foscarini insiste e al 22′ sfiora il pareggio con Donnarumma, ma al 35′ il raddoppio firmato Ishak spegne ogni velleità di rimonta dei veneti. La punta rossoblù su assist di Del Prete trova il 2-0 che di fatto chiude la partita. Nel finale da segnalare l’espulsione di Coralli per proteste, per un Cittadella sempre più in difficoltà fisica e mentale.
Fonte: www.legaserieb.it