A soli 21 anni Alberto Brignoli si è messo in luce in questa stagione come uno dei migliori portieri del campionato di Serie B, finendo nel mirino di squadre di Serie A, tra cui il Milan. ‘Ilsussidiario.net’ ha intervistato Paolo Dattola, agente dell’estremo difensore della Ternana: “Il ragazzo è stato spesso accostato al Milan, ma di concreto non c’è nulla. E’ vero, i rossoneri lo seguono, ma questo accade anche con altri club di Serie A. Il Milan ha invertito la tendenza e ha puntato forte su molti giovani talenti del calcio italiano ed internazionale. Credo sia un fattore positivo. E’ logico che se dovesse chiamare il Milan per noi sarebbe un grande motivo d’orgoglio e non diremmo certamente no. Lui ha un contratto fino al 2015 con la Ternana: la sua carriera è sempre stata in salita, si è sempre impegnato tanto mostrando di non aver problemi con i salti di categoria. In Serie A è diverso, c’è un tempo per tutti per arrivare nella massima serie, se il Milan lo chiamerà vorrà dire che sarà arrivato il tempo giusto. E’ un professionista serio e umile, non si è montato la testa nonostante i titoli sui giornali e l’accostamento a grandi club italiani. E’ sempre stato così, si è guadagnato il posto da titolare lavorando sodo. Ha fatto tanta gavetta partendo dai dilettanti. Se mi aspettavo di vederlo a questi livelli? Assolutamente sì, è un ragazzo che vuole arrivare in alto, si merita tutti i complimenti che gli stanno facendo. Fanno piacere, ma al tempo stesso per lui è un motivo in più per migliorarsi sempre di più”.