PRO VERCELLI EMPOLI LE VOCI DEI PROTAGONISTI SARRI BRAGHIN / VERCELLI – L’Empoli sbanca Vercelli con il minimo scarto e vola verso i playoff. Soddisfazione per mister Maurizio Sarri che continua la scalata verso quel posto che permetterebbe di lottare per la promozione. Dall’altra parte c’è la delusione del collega Braghin, il quale si deve arrendere di fronte all’ennesima sconfitta stagionale. Di seguito i commenti dei due allenatori, a cui si aggiungono i commenti a caldo di due esponenti della Pro Vercelli ovvero Genevier e Borghese.

Maurizio Sarri: “I tre punti ce li siamo meritati, abbiamo fatto la partita. La Pro Vercelli ci ha tenuto testa, ma il possesso è stato per lo più a nostro favore così come il nunero di palle gol. Abbiamo provato nel finale a gestire la partita, anche se avevamo la possibilità per chiuderla definitivamente. Gol annullato alla Pro Vercelli ? Se lo chiedete a me non lo so. Prima del tiro, il guardialinee era già con la bandierina alta. Lo stesso per il fallo da rigore. Ma io vedo poco. Noi abbiamo una squadra che per 8/11 lo scorso anno rischiava di fare i playout. Se ci sono squadre che hanno fallito il campionato, pur avendo migliori disponibilità economiche, non mi interessa. Noi ci eravamo prefissati di fare 50 punti, ne abbiamo fatti 56 a 8 gare dal termine del campionato. Saponara ha fatto 5 gare in 12 giorni, avevamo diversi acciaccati anche per gli impegni ravvicinati. In mezzo ci si è messa in mezzo anche la Nazionale alla quale abbiamo dovuto concedere tre giocatori.”

Maurizio Braghin: “Abbiamo sbagliato tanto. Oggi abbiamo messo solo il cuore. Siamo arrivati stanchi a questa gara. Nel secondo tempo, però, non abbiamo concesso nulla ma siamo riusciti lo stesso a prendere il gol. Appelt e Genevier hanno grande qualità ma stasera hanno avuto difficoltà. Era una partita da 0-0, ma le nostre forze erano queste. Iemmello poi non è una prima punta, loro lo sapevano e ci hanno attaccato alti. Noi abbiamo avuto qualche buona chance per segnare. Gol annullato? Ho pensato subito che il gol di Ragatzu fosse buono. Episodi arbitrali sfavorevoli? Non è la prima volta, succedono spesso. Dispiace perché il nostro gol sembrava buono. Si vede che c’è qualche problemino per disputare i playoff… Continueremo a giocare per vincere anche se siamo lontani 10 punti dalla Reggina. Dopo la sosta recuperano diversi giocatori, vedremo”.

Gael Genevier: “Oggi non avremmo meritato nemmeno il pareggio. Abbiamo sbagliato l’approccio, sapevamo che era importante ma noi abbiamo sbagliato parecchio. Dobbiamo guardare avanti, finché ci sono partite davanti noi dobbiamo andare avanti. Alla fine guarderemo la classifica. Ci mancava una prima punta che facesse salire la squadra, però abbiamo lasciato a loro il pallino del gioco. Non avremmo meritato di più anche se non abbiamo concesso tantissimo. Noi, in ogni caso, abbiamo creato poco. Con meno infortuni, e una rosa più completa, avremmo avuto maggiore scelta. Ma questo è il nostro campionato. Fin quando la matematica non ci condanna noi ci dobbiamo credere”.

Martino Borghese: “Scavone ci ha rassicurato, dicendoci di essere stato spinto. Questo fatto ha portato ad alzare il braccio nell’occasione che ha dato il rigore a loro. Non abbiamo lasciato spazio alla quarta in classifica. La nostra è stata una prestazione positiva, dovevamo chiuderci e ripartire. Onoreremo le partite che rimangono e lotteremo fino alla fine”.

 

Maurizio Sarri (Getty Images)