Reggina, Ely: “Bene non perdere, ma adesso serve un filotto di vittorie”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:42

Dopo un periodo di difficoltà, da due partite a questa parte Rodrigo Ely si è ripreso il suo posto da titolare al centro della difesa della Reggina. Il giocatore di proprietà del Milan ha parlato dei problemi che lo hanno condizionato negli ultimi due mesi: “Quell’espulsione ingiusta rimediata contro la Ternana il 17 novembre dopo soli 14′ – si legge sulla ‘Gazzetta dello Sport’ – mi ha un po’ segnato sotto l’aspetto personale perché non sono un atleta irruento. Comunque ho scontato i miei turni di squalifica e mi sono messo a disposizione dell’allenatore. Alla ripresa dopo la sosta mi sono procurato un problema muscolare a una gamba, che mi ha tenuto fuori per un po’ di settimane. Non vedevo l’ora di scendere in campo, così nella trasferta di Modena ho ripreso il mio posto e contro il Padova il mister mi ha confermato”.
Dopo l’analisi dell’aspetto personale, Ely ha parlato anche del momento della squadra, imbattuta da quattro partite in cui però ha collezionato tre pareggi e una sola vittoria, quella di sabato scorso col Padova: “Gran partita da parte di tutti, stiamo crescendo e gli inserimenti di Antonazzo, Colucci, Gerardi e Di Michele hanno portato quell’esperienza che mancava. E’ oltremodo bugiarda la classifica perché non siamo da playout. Siamo in serie positiva, ma per dare una svolta definitiva ora serve un filotto di successi. Col Lanciano sarà una sfida spareggio, ma noi siamo obbligati a vincere, perché solo l’intera posta ci permetterebbe di superarli visto che hanno un punto in più di noi. E poi abbiamo un conto da saldare, vista l’immeritata sconfitta dell’andata. Non posso dimenticare nemmeno che coincise con il mio debutto in Serie B… con un ko”.