Andrea Mandorlini

 

In conferenza stampa prima del match con la Pro Vercelli, in casa Verona ha parlato il tecnico Andrea Mandorlini. Ecco le sue parole, riprese dal sito ufficiale del club scaligero: ”La neve? Vediamo a Vercelli, oggi non ci siamo allenati, eravamo anche contenti di tornare ad allenarci a Verona. Però, si vede che il destino ha detto questo. Il sintetico non è un classico campo in erba che si può appesantire con il maltempo, noi ci siamo preparati sul sintetico a Sandrà, l’importante non è il campo ma l’atteggiamento giusto. In generale non ci sono mai partite facili, poi che il Verona lo aspettano tutti è normale. E’ una squadra forte che sta facendo un buon campionato, siamo pronti a giocare partite difficili. Ogni gara rappresenta un’insidia. Il sintetico di Vercelli? Non cambia molto rispetto a quello che dobbiamo fare noi. Il modulo? Al di là dei moduli, sono le interpretazioni dei giocatori, i numeri e il resto servono solo per le statistiche. Deve contare la voglia di vincere e la qualità di gioco. La Pro Vercelli? Conosco molto bene Camolese, abbiamo fatto le giovanili insieme a Torino. E’ rientrato da poco, qualche partita buona l’hanno fatta, altre meno. Ma la Serie B è sempre difficile. La squalifica? Non cambia per la squadra, sanno quello che devono fare e Roberto Bordin è bravissimo. Io sono deluso, gli errori si pagano, pagherò e basta. Perché deluso? Perché è una condizione mia, uno sbaglia ed è giusto che paga. Però non voglio parlare di questo e andiamo avanti. Prima o poi passa tutto”.

Marco Orrù