Tra i protagonisti del buon avvio di campionato del Bari, il 21enne Nicola Bellomo è sicuramente tra i più sorprendenti. Talento coltivato nelle giovanili biancorosse, il centrocampista è cresciuto a Bari Vecchia, come un certo Antonio Cassano: “Abbiamo in comune le origini e il fatto che siamo stati tirati su soltanto dalle nostre madri – racconta alla ‘Gazzetta dello Sport’ -. Antonio è più forte di me. Poteva vincere molto di più. Il mio obiettivo invece è arrivare in Serie A, sarebbe il massimo se ci riuscissi con la squadra della mia città. E nel frattempo, senza presunzione, mi aspetto una convocazione dall’Under 21 azzurra. La merito? Meglio abitare a Bari Vecchia che in altri quartieri ben più rinomati. È come un piccolo paese. Si sta bene, se ne sta accorgendo anche Galano che, da qualche mese, è venuto a vivere dalle mie parti. Ci conosciamo tutti, anche per strada ti sembra di essere a casa”.