E’ un Ancelotti rammaricato quello che commenta la situazione del suo Milan alla trasmissione ‘Undici’ in onda su Italia 2. Sul difficile momento rossonero, l’allenatore del Paris Saint-Germain dice: “Non mi aspettavo di vedere un Milan così in difficoltà, mi dispiace. Sento sempre Adriano Galliani. Del resto la squadra ha perso i top player e i cosiddetti senatori, così è difficile fare miracoli. In ogni caso bisogna eliminare l’alibi delle tante partenze che, piuttosto, devono essere uno stimolo. Sicuramente non c’è la qualità dell’anno scorso, ma nemmeno si può pensare che il Milan perda tre partite su quattro in campionato!”.

E su Inzaghi ‘Carletto’ dichiara: “Il mio erede? Pippo Inzaghi. Ci sentiamo spesso al telefono, è molto motivato. L’importante è che lui sia riuscito a fare quello stacco mentale da calciatore ad allenatore, il resto lo fa l’esperienza, e lui ne ha da vendere”.