Zdenek Zeman

Terza sconfitta di fila per il Pescara di Zdenek Zeman, che stasera è caduta per 2-1 al Franco Ossola contro il Varese. E dire che la partita era cominciata anche bene con il gol del momentaneo vantaggio siglata da Gianluca Caprari, partito titolare. Ci ha pensato poi El Diablo Granoche a stemperare gli animi con una doppietta e una partita di grandissimo rispetto.

Quest’anno non abbiamo visto il famoso inverno zemaniano, ma sembra che il boemo stia vivendo una triste primavera. Un calo di forma negli uomini decisivi, vedi Cascione, e un’involuzione del reparto difensivo hanno fatto il resto. Stasera ha funzionato davvero poco a parte il solito Verratti e il folletto Insigne, oltre a Balzano e Caprari. Dietro ha sorpreso la prestazione, costellata di errori, di Capuano. Il centrale aveva fin’ora stupito, oggi invece è sembrato in grande difficoltà come dimostra l’azione che porterà al 2-1.

Dopo le sconfitte con Ascoli, Bari e Varese bisogna ripartire subito dal prossimo impegno. La Serie A è ancora a portata di mano per gli abruzzesi, ma bisogna tenere alta la tensione altrimenti si rischia di buttare al vento il lavoro di un’intera stagione.

M.F.