Alessandro Dal Canto (Getty Images)

Il Vicenza ha vinto ieri sera una delle sue tante battaglie prima della fine della stagione, ma l’obiettivo play out resta ancora molto difficile da raggiungere. Ecco perché è vietato abbassare la guardia e tuffarsi in campionato con la stessa cattiveria del match di ieri sera.

Lo sa bene il mister dei veneti Dal Canto che dichiara nel post partita: “Mi interessa il fatto che siamo ancora vivi e sabato sarà nuovamente una partita decisiva. Abbiamo altri quattro giorni per preparare una partita importante. Sono gare delicate e stasera abbiamo avuto molte occasioni per chiuderla e poi per un attimo su una punizione abbiamo rischiato il pareggio. L’Ascoli ha fatto la sua partita, sapevamo che poteva essere più o meno così, ma dovevamo assolutamente chiuderla prima. Il clima nello spogliatoio era di grande entusiasmo, non mi stupisce nulla della situazione che stiamo vivendo, sia in positivo che in negativo, sono stato giocatore anch’io. Pensiamo a giocare e basta. Sabato ritorna Semioli e sarà a disposizione. I giocatori ci hanno sempre creduto ed è normale che quando perdi l’umore vada sotto i tacchi perché il distacco era enorme. Adesso abbiamo centrato una vittoria che ci ridà quantomeno tanta speranza”.