Andrea Mandorlini (Getty Images)

Dopo la sconfitta subita un mese fa nel derby col Padova, il Verona sembra aver ritrovato condizione e continuità: nelle ultime cinque partite ha ottenuto tre vittorie e due pareggi contro Livorno e Sassuolo ed è tornato a vedere concreta la possibilità di acquisire il pass diretto per la massima serie. La Ternana, però, è un cliente scomodo; non solo si è conquistata una posizione di classifica che in questo momento le garantirebbe una salvezza tranquilla, ma ha sopperito alle carenze in attacco (il peggiore del campionato) blindando la difesa: non subisce gol da cinque partite con 528′ di imbattibilità (senza contare i recuperi) e nell’arco di tutta la stagione è seconda solo allo stesso Verona.

VERONA: Mandorlini deve ricostruire la formazione titolare dovendo rinunciare agli infortunati Moras, Laner, Carrozza e Rivas e allo squalificato Cacciatore. A destra dovrebbe toccare a Crespo. Martinho è recuperato ma potrebbe partire dalla panchina.

TERNANA: Toscano ha perso Dianda per il resto della stagione, ennesima tegola di un’annata sfortunata. L’esterno ha riportato la rottura del crociato del ginocchio sinistro ed è stato operato. In dubbio Ceravolo, reduce dall’influenza, che potrebbe partire dalla panchina con Litteri-Alfageme coppia d’attacco.

Probabili formazioni:
Verona (4-3-1-2): Rafael; Crespo, Ceccarelli, Maietta, Agostini; Nielsen, Jorginho, Hallfredsson; Sgrigna; Cacia, Gomez. All.: Mandorlini.
Ternana (3-5-2): Brignoli; Masi, Brosco, Fazio; Ragusa, Bernardi, Miglietta, Scozzarella, Vitale; Litteri, Alfageme. All.: Toscano.