Massimo Drago

Riparte dal secondo tempo la sfida tra Crotone e Ascoli, interrotta esattamente un mese fa per impraticabilità del campo sull’1-0 per i padroni di casa. Le due squadre si ritrovano alle 15 allo Scida per gli ultimi 45′ con l’obbligo di inseguire il bottino pieno, visti i recenti risultati. L’Ascoli, che nel frattempo ha cambiato allenatore (Pergolizzi per Silva), ha un solo punto di vantaggio sulla zona playout, che in questo momento inizia proprio dal Crotone (a pari punti col Cittadella): ad entrambi, però, basterebbe una vittoria per volare a metà classifica.

CROTONE: Drago deve rinunciare ad Abruzzese, che era squalificato, oltre ai soliti infortunati Concetti, Correia e Torromino, ma rispetto alla gara con lo Spezia ritrova Eramo e Crisetig. In difesa sarà Ligi a far coppia con Vinetot, in attacco dovrebbero essere confermati Ciano, Gabionetta e De Giorgio.

ASCOLI: Pergolizzi deve fare i conti con le defezioni di Gomis, Capece, Montalto, Colomba, Morosini e gli squalificati Peccarisi e Fossati, e si ritrova quindi in emergenza, con due ragazzi della Primavera inseriti fra i convocati. Restano dubbi sul modulo: non è escluso il passaggio al 3-4-3 vista la necessità di recuperare il risultato.

Probabili formazioni:
Crotone (4-3-3): Caglioni; Del Prete, Vinetot, Ligi, Mazzotta; Maiello, Crisetig, Eramo; Gabionetta, Ciano, De Giorgio. All.: Drago.
Ascoli (3-5-2): Maurantonio; Ricci, Prestia, Faisca; Scalise, Di Donato, Loviso, Russo, Pasqualini; Zaza, Feczesin. All.: Pergolizzi.