Spezia, Volpi: “Puntiamo allo stile Barça”. E sul mercato…

Il patron e presidente onorario dello Spezia Gabriele Volpi è stato protagonista di una lunga conferenza stampa, in cui ha celebrato la forza della società a quattro anni dal rilevamento del club da parte della sua famiglia: “Oggi è una giornata importante dato che circa 4 anni fa, giorno più giorno meno, alla Spezia arrivava la famiglia Volpi. Dopo 4 anni siamo tornati in Serie B. Per fare questo era necessario, oltre che una squadra forte, anche una società forte, e noi ne abbiamo costruita una seria, anomale e forte. Seria perché abbiamo tenuto fede alle nostre promesse e credo che i fatti ci diano ragione. Anomala perché, al contrario di altre proprietà, non abbiamo una presenza costante sul campo, ma crediamo ciecamente nell’operato dei nostri dirigenti, dal vicepresidente Corradino all’ad Spalenza, al ds Ricci al segretario Micheli e via dicendo”.
Tra gli ultimi investimenti importanti, quello per il centro Ferdeghini, che sarà la casa delle giovanili del club: “Se lo può fare il Milan, di certo anche allo Spezia puntiamo allo stile Barça. Siamo una terra al confine tra realtà importanti e vogliamo far crescere i nostri prodotti al meglio, creare i nostri campioni in casa investendo su di loro. A Marzo dovrebbero essere completate anche le strutture degli spogliatoi, magazzini, palestre sotto la tribuna. Sarà il tempo di affrontare la fase 2, quella che prevede la costruzione della piscina e della foresteria per i potenziali campioni fuori sede”.
Sulla squadra costruita per il prossimo campionato: “Se abbiamo deciso di cambiare tanto è perché abbiamo voluto prendere giocatori ancor più forti. Si sta creando un gruppo composto da esperti e giovani, ruolo per ruolo, che dà un’idea di progetto, di continuità e di base per il futuro. Il direttore Ricci ha carta bianca e sta lavorando per portare il meglio che il mercato offre. Mancano un difensore, una mezz’ala e due attaccanti. Ovvio che poi c’è anche un mercato in uscita e, come diceva Giraudo, a comprare son bravi tutti, è vendere che è davvero difficile. Ho parlato oggi con Evacuo, giocatore a cui siamo riconoscenti e che, se troverà qualcosa di meglio per la sua carriera, saremo lieti di aiutare a trovare la migliore soluzione per lasciarlo libero. Rimane sempre un nostro obiettivo quello di unire il valore sportivo a quello sociale, far crescere i giovani all’insegna dei valori sani, oltre a quello di costruire una squadra con logica, che possa avere futuro, e, con qualche innesto all’anno, crescere. Non vogliamo essere solo sognatori, ma avere fondamenta. Stiamo costruendo per la Serie B una squadra che possa ben figurare in una categoria che, negli ultimi anni è molto cresciuta. Il fatto che tutti i sabati, alle 15:00, le partite dello Spezia siano trasmesse in televisione, credo sia un valore importante per tutta la città”.

Notizie Correlate

Commenta