Londra 2012, Spagna-Giappone 0-1: le pagelle del match

Juan Mata

Ecco le pagelle di Spagna-Giappone:
SPAGNA

De Gea 6: incolpevole sul gol, non è chiamato in causa troppo spesso. Salva la Spagna a dieci dalla fine da un pesante 2-0.
Montoya 5.5: partita incerta per uno dei difensori più osannati del panorama spagnolo, erroraccio nel primo tempo che manda un avversario solo davanti al portiere.
Dominguez 5: anche lui protagonista della difficilissima giornata della difesa della Spagna, non riesce a giocare ai suoi livelli. Troppe le disattenzioni.
Javier Martinez 6: bravo in fase di spinta, un pò meno quando si parla di contenere.
Inigo Martinez 4: ingenuità incredibile alla fine del primo tempo che gli costa il rosso e lascia i suoi in dieci per tutta la ripresa.
Jordi Alba 6.5: corsa, spinta e passo. Regala sulla corsia belle galoppate.
Isco 6: si muove tanto, soprattutto nel primo tempo, ma non riesce a fare densità. Gli finiscono le pile dopo un’ora.
(63′ Romeu) 6: muscoli e centimetri per il centrocampo di Milla.
Koke 5.5: si nasconde tra le linee, senza riuscire a giocare palla a terra.
(80′ Tello) sv
Rodrigo 5.5: vedi Koke è anche lui uno dei misteri di questa partita, giocando senza grandi spunti e rimanendo spesso schiacciato sulla trequarti.
Juan Mata 6.5: è il vero fuoriclasse di questa squadra, oltre a essere uno dei fuori quota e quindi con ben più esperienza. Gli manca il guizzo, ma gioca una buona partita.
Adrian Lopez 5.5: troppo isolato nella fase offensiva, gioca pochi palloni ma si muove bene. Esce nella ripresa quando Milla cambia l’attacco…
(56′ Ander Herrera) 5.5: non riesce a entrare in partita

GIAPPONE
Gonda 6: attento e sempre sul pezzo, non viene chiamato in causa per miracoli ma regala sicurezza al reparto.
Tokunaga 6: ritmo e passo sono due elementi che lui regala alla difesa nipponica.
Ohgihara 6: la posizione è importante, soprattutto quando di fronte hai gente come Mata.
(85′ Yamamura) sv
Sakai 6: buona prova sulla corsia esterna, giocando con grande continuità. Nella ripresa esce per un problema fisico, distorsione al ginocchio?
(73′ Sakai) sv
Yoshida 6.5: fa da muro di fronte alla difesa, mettendosi sempre di fronte al giocatore e facendosi saltare assai raramente.
Otsu 6.5: porta in vantaggio il Giappone sfruttando un calcio d’angolo e infilandosi con grande velocità, risulta decisivo
Higashi 6: veloce e rapido, è sempre il primo a tagliare in verticale verso l’attacco.
Nagai 6.5: uno dei migliori del Giappone, regge da solo il reparto offensivo facendo a sportellate con i difensori rossi. Si fa tutto il campo e non riesce a superare De Gea con lo scavino.
Suzuki 6: corsa e qualità, un giocatore completo.
Yamaguchi 5.5: troppo isolato e senza spunti, non da una mano a Nagai solo lì davanti. Si divora un gol incredibile nei minuti di recupero.
Kyotake 6: aiuta il reparto offensivo con mobilità e grandi spunti, come nella ripresa quando con un tunnel ne fa fuori 3. Alla fine però è poco concreto.

Notizie Correlate

Commenta