Calcioscommesse, Matteo Gritti: “Ilievski disse che mi sparava alle gambe”

Rivelazioni sempre più scioccanti sulla vicenda calcioscommesse arrivano dall’interrogatorio a cui è stato sottoposto oggi Matteo Gritti, portiere ex – tra le altre – dell’Albinoleffe, che ha poi proseguito la carriera in Svizzera al Chiasso e al Bellinzona ed è stato ascoltato a proposito del tentativo degli “zingari” di esportare l’organizzazione oltralpe. Il calciatore ha parlato di vere e propre minacce che avrebbe ricevuto da parte di Ilievski, uno dei capi del gruppo: “Sono stato minacciato per truccare le partite. Mi fu detto: se non fate come vi diciamo, vi spariamo alle gambe”.

Notizie Correlate

Commenta