Calcioscommesse, Criscito chiede di essere ascoltato dai pm e intanto non scende in campo per l’allenamento con la Nazionale

Domenico Criscito

 

Il difensore della Nazionale italiana e dello Zenith San Pietroburgo Domenico Criscito è indagato nell’ambito del calcioscommesse. Stamane agenti della Digos sono piombati nel ritiro di Coverciano per la perquisizione della sua camera. In mattinata le notizie si susseguono su di lui e la più importante è che Criscito non sta prendendo parte all’allenamento mattutino dell’Italia. La lista definitiva dei 23 che Cesare Prandelli dovrà consegnare entro domani rischia di non vedere iscritto il nome di Criscito, che a questo punto chiede di essere sentito subito dai pm di Cremona per chiarire la sua posizione e eventualmente poter essere inserito nella lista dei 23 giocatori che faranno parte dell’Europeo.

di Marco Orrù

Notizie Correlate

Commenta