Ternana, ESCLUSIVO/ la stagione della promozione in serie B: dalla Coppa all’impresa di Taranto!

Rinascere dalle ceneri di un’amara retrocessione. La Ternana,nell’estate 2011, viene ripescata in prima divisione dopo aver subito uno schiaffo pesante nel derby contro il Foligno nei play out di Lega Pro. I rossoverdi ripartono tra mille difficoltà di una piazza stanca di delusioni sportive e disaffezionata dei propri colori. Il direttore sportivo Vittorio Cozzella, in accordo con il presidente Francesco Zadotti sceglie Domenico Toscano come allenatore per la stagione 2011-2012, un tecnico giovane che sappia ridare entusiasmo ad una città distante dal proprio amore. Così viene allestita la rosa partendo per il ritiro di Norcia. Il tecnico preferisce non disputare le amichevoli, tranne quella con il Deruta con sconfitta inattesa per 1-0, ma collaudare il roster nelle partite di Coppa Italia. E’ il 17 agosto quando appena 150 spettatori assistono a Ternana-Celano 2-0 ovvero il primo incontro stagionale di Coppa Italia. Gli umbri bissano a Chieti, per poi distruggere il Giulianova per 5-0. Infine il pareggio ininfluente con il Foligno per il passaggio del turno acquisito matematicamente. Dopo tanti anni grigi non era mai capitato che la Ternana brillasse così nelle prime partite ufficiali cosicché il 4 settembre, data della prima di campionato sono 2200 i tifosi sugli spalti. E’ una rete di Massimo Gotti a spezzare l’inerzia del match contro il Viareggio regalando alla banda Toscano una vittoria per cominciare l’opera. La prima battuta d’arresto è di quelle inaspettate: la matricola Tritium in un lunedì pomeriggio di Monza supera 2-0 le “Fere” uno scivolone che poi si rileverà salutare….. Il motore si accende con una progressione che durerà ben tredici partite di imbattibilità. Il primo avversario colpito è il Foligno, con un 2-1 che però non rispecchia l’andamento di un incontro letteralmente dominato dai padroni di casa. Successivamente solo la traversa e gli errori sottoporta condannano allo 0-0 la Ternana nella trasferta di Lumezzane. Il calendario un po’ beffardo la mette di fronte alle tre favorite del torneo di Lega Pro girone A. Come un trenino impazzito Carpi, Benevento e Taranto saranno le avversarie dei rossoverdi nella prima metà di ottobre. Gli esami sono superati con il massimo dei voti. Nelle prima gara interna contro gli emiliani la marcatura di Eusepi in apertura è rimontata da un calcio franco di Massimo Gotti e da Angelo Nolè. E’ ancora il numero 10 ad aprire le danze contro il Benevento prima del sigillo definitivo di Miglietta. Infine il capolavoro di tattica e determinazione a Taranto con il goal di Gianluca Litteri che gela i 9000 dello Jacovone garantendo la prima posizione in classifica. Da questa giornata (la settima) al termine le Fere saranno sempre i primi della classe.

Tommaso M. Ferrante

Notizie Correlate

Commenta