Torino, si cerca di incastrare tra il calendario intasato il recupero della partita contro la Reggina

Giampiero Ventura

 

Il Torino si prepara a una finale di campionato da vivere tutto d’un fiato. Complice il recupero del secondo tempo della partita contro la Reggina, i granata dovranno disputare otto partite e mezzo in 41 giorni e tra anticipi, posticipi e recuperi, i granata non avranno tempo neanche per rifiatare, con una gara ogni cinque giorni di media. La decisione della Lega sulla data della partita contro la Reggina è attesa tra oggi e domani e le possibilità che si possa addiritura recuperare a maggio sono concrete. C’è un piccolo intoppo che riguarda un posticipo del Toro che dovrà giocare contro il Bari lunedì 23 aprile. Giocando in quella giornata, il club granata non può certo recuperare una partita il martedì o il mercoledì perchè non ci sarebbe il tempo di tirare il fiato e proprio per questo motivo, il match contro i calabresi dovrebbe essere recuperato a maggio. A meno che, la Lega non sposti la partita contro il Bari al sabato, così come al sabato giocherà anche la Reggina, e a quel punto si può trovare un incastro la settimana successiva. Sarà un mese e mezzo tutto da vivere per i tifosi del Toro.

di Marco Orrù

Notizie Correlate

Commenta