Verona, Mandorlini: “Gubbio? Il match dell’andata non conta, domani sarà un’altra storia”

Andrea Mandorlini

In vista della sfida casalinga di domani contro il Gubbio di Gigi Simoni, il tecnico dell’Hellas, Andrea Mandorlini ha parlato della gara contro gli umbri non nascondendo le possibili insidie: “Ci aspetta una partita importante e difficile, il match dell’andata non conta, domani sarà un’altra storia; gli umbri faranno di tutto per portare a casa punti”.  Dalla parte del tecnico veneto però gioca sicuramente la completezza di organico: “Noi siamo pronti, non contiamo assenze, vedremo quali scelte adottare. Tutti sono a disposizione, dispiace che qualcuno non possa far parte del match. Non si può giocare in ventidue, anche se ogni membro del collettivo meriterebbe di scendere in campo”. Per quanto riguarda il gli ospiti, Mandorlini ha speso parole di stima per il lavoro di Simoni: “Abbiamo il massimo rispetto dei rossoblù, lo scorso anno hanno vinto, come la Nocerina, il campionato. Vantano giocatori capaci di farti male, ma non abbiamo paura”. Il tecnico ha infine voluto richiamare l’attenzione sulla necessità di mantenere alta la tensione: “Questa è stata una settimana pericolosa, tra premi, riconoscimenti e sosta in avvicinamento ci sono tanti campanelli d’allarme. Manteniamo alta la soglia d’attenzione, le indicazioni che ricevo dai ragazzi sono positive. Resto fiducioso” ha concluso il mister.

 

Notizie Correlate

Commenta