Calciomercato Gubbio, ESCLUSIVO/ Giammarioli: “Nwankwo ci piace, Boisfer è un punto fermo. Marotta? Non ce lo possiamo permettere”

Nwankwo Obiora

Il Gubbio è di sicuro la Cenerentola di questo campionato cadetto. Da quando le redini tecniche le ha prese un uomo d’esperienza come Gigi Simoni la voglia di rimanere in questa categoria è cresciuta giorno dopo giorno. Ora arriva l’occasione del mercato di riparazione, per tornare sul mercato e sistemare così alcuni problemi della rosa attuale.

E’ intervenuto in ESCLUSIVA per SerieBnews.com il direttore Stefano Giammarioli, che ha commentato con noi diversi aspetti di questo momento.

Che tipo di giocatori servono a questo Gubbio?
“Servono giocatori adatti al nuovo modo di pensare di Gigi Simoni. Non cerchiamo solo giovani, ma anche giocatori di qualità”.

Che ci può dire su Nwankwo?
“Il ragazzo è per noi una prima scelta. Questo dimostra che siamo su ragazzi di un certo valore…”

Ricchiuti?
“Lui non arriverà di sicuro”.

Alcuni partiranno anche?
“Sì, abbiamo diversi giovani che non riescono a esprimersi e non è giusto che facciano un anno di panchina. Li manderemo a crescere”.

Punto su Boisfer, qualcuno dice che parte…
“Boisfer è un nostro punto fermo. Qualcuno parla di una sua partenza in relazione all’arrivo di Nwankwo. Penso invece che si possa stabilire solo una sana concorrenza in mezzo al campo. Certo se il giocatore vuole partire noi lo accontenteremo, ma non saremo noi a cederlo”.

Davanti invece cosa serve?
“Un giocatore che possa mettere insieme le caratteristiche di Ciofani e quelle di Graffiedi. Un calciatore furbo e che possa dominare l’area di rigore”.

Marotta…
“Marotta è un buon giocatore, ma il Bari vuole monetizzare e noi non possiamo permetterci di spendere certe cifre”.

Matteo Fantozzi

Notizie Correlate

Commenta