Flash Calcioscommesse, la frode di Doni avrebbe facilitato l’Atalanta

Le dichiarazioni “confessorie” di Cristiano Doni rilevano un “comportamento” che “appare segno di una riflessione e di resipiscenza in relazione all’ attività di frode avvenuta al fine di facilitare la promozione dell’Atalanta in serie A“. È una delle ragioni per le quali il gip di Cremona Guido Salvini ha disposto gli arresti domiciliari per il giocatore, arrestato lunedì scorso nell’ inchiesta sul Calciscommesse.

Lorenzo Marrucci

Notizie Correlate

Commenta