Le dichiarazioni “confessorie” di Cristiano Doni rilevano un “comportamento” che “appare segno di una riflessione e di resipiscenza in relazione all’ attività di frode avvenuta al fine di facilitare la promozione dell’Atalanta in serie A“. È una delle ragioni per le quali il gip di Cremona Guido Salvini ha disposto gli arresti domiciliari per il giocatore, arrestato lunedì scorso nell’ inchiesta sul Calciscommesse.

Lorenzo Marrucci