Calciomercato Sampdoria, a gennaio sarà rivoluzione

Il Direttore Sportivo della Sampdoria Pasquale Sensibile

 

Rivoluzione. E’ questa la prola chiave in casa Sampdoria dopo l’ennesima occasione persa in campionato. Il pareggio ottenuto addiritura in extremis in casa contro la Juve Stabia, ha indotto la dirigenza blucerchiata a fare piazza pulita (o quasi) di questa squadra. Il Direttore Sportivo Pasquale Sensibile avrà molto da lavorare in sede di mercato perchè dovrà essere bravo a mandare in prestito alcuni giovani che trovano poco spazio come Signori, Fiorillo, Foti e Kristicic e trovare squadra a gente come Maccarone, Koman, Accardi, Semioli, Dessena, Fornaroli, Padalino e Laczko che sembrano non rientrare più nei piani del tecnico Iachini. Forse il solo Dessena potrà essere riconfermato. Dalla vendita di questi giocatori, la Samp potrà ricavare il proprio tesoretto per impostare il mercato in entrata. E se questi soldi non dovessero bastare, visto che la società ha speso tanto nel corso del mercato estivo, c’è la possibilità di vendere i ‘big’, coloro i quali sembravano intoccabili, ma che ora non lo sono più. Stiamo parlando dei vari Palombo, Pozzi o Gastaldello. Tutto è possibile.

Nomi in entrata? Per adesso tanti e in questi giorni vi abbiamo già parlato dell’interessamento per Daprelà, Salamon, Berardi e Vass del Brescia, Mantovani del Palermo, Eder del Cesena, Crespo del Bologna, fino ad arrivare a giocatori che stanno facendo bene quest’anno in Serie B come Sforzini del Grosseto, Cocco dell’Albinoleffe, Hallfredsson del Verona e perfino Martinelli del Vicenza, giustiziere proprio dei blucerchiati nella vittoria a Marassi dei biancoossi di qualche partita fa. Insomma una vera e propria rivoluzione…

di Marco Orrù

Notizie Correlate

Commenta