Calciomercato Nocerina, priorità trovare un portiere. Per la difesa piace Gazzola


Il rischio è concreto, l’Ascoli potrebbe non essere presente ai nastri di partenza del prossimo torneo di B. La situazione economica del club marchigiano è di quelle da far tremare i polsi tant’è che in Lega si sta seriamente pensando ad un torneo a 21 squadre, Piacenza permettendo che in caso di esclusione dell’Ascoli è pronto a farsi avanti e a dare battaglia. Che cosa centra la situazione del club bianconero con la Nocerina? Centra perché il DS molosso ha messo gli occhi su Marcello Gazzola, riscattato alle buste dall’Ascoli. Dopo il no del Taranto per Antonazzo, potrebbe essere il ventisettenne terzino originario di Borgotaro in provincia di Parma l’alternativa per l’out di destra. La trattativa è in fase avanzatissima, il calciatore è seguito da Gianni Prete amico di vecchia data di Pastore, un altro punto a favore della Nocerina che pare abbia offerto un biennale con opzione per il terzo anno ed avrebbe già trovato l’accordo sull’ingaggio da garantire al rapido fluidificante. Si attendono sviluppi. In mattinata intanto arriverà l’ufficializzazione dei colpi Donnarumma e Caturano. Una formalità, c’è da mettere solo nero su bianco, intanto l’esterno d’attacco scuola Empoli già da due giorni corre e suda sul terreno del San Francesco agli ordini di Gaetano Auteri. A breve toccherà anche al difensore del Napoli. Stesso discorso per Farias (si attende il ritorno dalle vacanze in Brasile per la firma) che però si aggregherà alla squadra direttamente lunedì nel ritiro di Roccaporena. Gli under appunto, il pensiero ricorrente di Ivano Pastore in questa calda estate di calciomercato. Come da regolamento dovranno essere almeno sei i nati dal 90 in poi in organico e nelle ultime ore sul taccuino del DS rossonero sono finiti anche Davide Bertoncini del Genova, Michele Rigione dell’Inter e soprattutto Domenico Alcibiade, scuola Juve. Tutto fermo invece sul fronte portiere. La Nocerina è sempre alla ricerca di un numero 12 giovane da affiancare a Piergraziano Gori, che fresco di rinnovo, difenderà anche in serie B i pali dei molossi. C’era un discorso aperto con Fiorillo della Sampdoria, ma le garanzie richieste dal club blucerchiato in termini di minutaggio hanno raffreddato la trattativa. Negli ultimi giorni è spuntato il nome di Sergio Viotti, l’anno scorso alla Triestina e sul quale restano attive anche Modena e Cremonese, ma conoscendo Pastore non sono da escludere colpi di coda, del resto al momento il dodicesimo c’è – Amabile – lo stesso dello scorso anno che partirà per il ritiro in attesa di novità. C’è tempo, insomma, per decidere con calma. Stesso discorso per il centrocampo. La situazione De Liguori non accenna a sbloccarsi ma la sensazione è che per il mediano di Ponticelli ci sarà comunque posto nel centrocampo della Nocerina edizione 2011/12 anche se dovesse saltare il ritiro. Sono state infatti quasi del tutto abbandonate le piste che portavano a Galardo del Crotone e Di Deo del Taranto. Resta calda invece quella Martinho del Catania, l’accordo con il club etneo per il prestito è stato raggiunto ma il si del calciatore, restio a scendere di categoria, tarda ad arrivare, come se non bastasse sul centrocampista di Campo Grande è attivissimo anche il Bari di Ventura che punta all’immediato ritorno in A e ha quindi ben altri argomenti da mettere sul tavolo della trattativa.
In uscita sono Cavallaro e Ripa i più richiesti. Per il capitano sempre più probabile il prestito all’Avellino, da concretizzare a ripescaggio degli irpini avvenuto, su Ripa c’è invece l’interesse concreto del Siracusa che dopo essersi assicurato le prestazioni di Lucas Longoni, vorrebbe affiancargli proprio l’ex Sorrento, per una coppia d’attacco esplosiva in linea con i piani ambiziosi del club siciliano che dopo aver sfiorato i play off lo scorso anno punta dritto al salto di categoria.

di Andrea D’Amico

Notizie Correlate

Commenta