Serie B, annuncia il colpo dalla Juventus: “Diventerà nostro”

Il calciatore ha convinto, ecco che il presidente del club in Serie B annuncia in anticipo il colpo dalla Juventus

E’ uno dei grandi protagonisti del Pisa, diventato imprescindibile nel giro di breve tempo. Pietro Beruatto sta dando un contributo fondamentale alla cavalcata sorprendete dei nerazzurri, secondi in classifica in Serie B a meno un punto dalla Cremonese capolista.

pisa beruatto juventus
Juventus, Nedved ©LaPresse

Il terzino sinistro classe ’98 si sta distinguendo in positivo e di lui la società toscana non può più fare a meno. Non è un caso se il presidente Giuseppe Corrado, intervenuto su Telegranducato, ha rilasciato dichiarazioni importanti sul futuro del ventitreenne. “Vero che è in prestito con diritto di riscatto e opzione di contro riscatto. Noi eserciteremo sicuramente il nostro diritto, il che significa che il cartellino del giocatore potrebbe diventare di nostra proprietà, cosa di cui saremmo bene felici dato che stiamo parlando di uno dei prospettivi più importanti d’Italia per il ruolo di terzino sinistro”, si legge su La Nazione. Insomma, il Pisa non ha dubbi sull’ex Juventus Under 23, ancora di proprietà bianconera: eserciterà il diritto di riscatto.

Juventus, due opzioni per il futuro di Beruatto: che affare per il Pisa

juventus beruatto pisa
Pietro Beruatto ©LaPresse

Dopo la palla passerà alla stessa società piemontese, che ha un diritto di contro riscatto. Si aprono due strade: o la ‘Vecchia Signora’ lascia definitivamente il giocatore al Pisa, oppure lo riprende subito sotto il suo controllo. In ognuna delle due opzioni il club nerazzurro chiuderebbe un affare: nel primo caso si porterebbe in squadra un giocatore di spessore, nel secondo porterebbe una consistente plusvalenza nelle casse, dal momento che la cifra fissata per il contro riscatto bianconero è consistente. E’ lo stesso Corrado ad insistere su questo aspetto: “In entrambi i casi realizzeremmo un’operazione decisamente significativa: nella prima eventualità, infatti, acquisiremmo uno dei talenti più importanti del calcio nazionale, nella seconda realizzeremmo un’entrata molto significativa da reinvestire per continuare a rinforzare la squadra”.