Coronavirus, l’AIAC attacca la Lega A: “Il loro tono non ci garba”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:24
Taglio stipendi aiac ulivieri
Serie B, pallone ufficiale (Getty Images)

Ci è andato giù duro il presidente dell’AIAC Ulivieri, che ha parlato della situazione relativa al taglio degli stipendi ad allenatori e collaboratori

Il coronavirus ha messo in ginocchio il mondo intero. Lo sport si interroga sul domani, ma intanto sa che serviranno sforzi economici non indifferenti per mettere una pezza, anche solo marginale, alla crisi economica causata dalle enormi perdite della stagione in corso. Per questo alcuni club hanno già deciso di proseguire con la via del taglio agli stipendi dei calciatori per contribuire, e molti altri sembrano sul punto di seguire questa strategia. La Lega Serie A ha richiesto che il ‘sacrificio’ venga esteso anche agli allenatori, ma su tale punto ha trovato una dura risposta da parte dell’AIAC. Con una nota firmata dal presidente dell’Assocalciatori, Renzo Ulivieri, viene infatti specificato che: “La dichiarazione della Lega Serie A ci pare estemporanea perché ancora non sappiamo che fine faranno i campionati; dichiarazione quindi che lascia il tempo che trova. Saranno le leggi statali e le norme della Figc a regolare le singole posizioni”.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Chievo, ESCLUSIVO agente Semper: “Resta a una sola condizione”

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Perugia, bilancio dell’attaccante | ‘Speravo di giocare di più’

AIAC, Ulivieri: “Ci sono collaboratori con redditi sotto la media”

“Stando così le cose vorremmo evitare ogni tipo di polemica – prosegue la nota di Ulivieri – perché non è tempo. Semmai il tono, che ci pare padronale, ovviamente non ci garba. I nostri allenatori di alto livello sono andati oltre la ‘disponibilità’, perché hanno manifestato sin da subito la ‘volontà’ di contribuire”. Poi la menzione ai collaboratori: “Va però ricordato che alle dipendenze delle società di calcio ci sono ‘altri’ allenatori, istruttori, preparatori e collaboratori che hanno meri redditi di lavoro: anche al di sotto delle medie nazionali. Su questi redditi non è ammissibile pensare ad alcuna riduzione. Per umanità”.

Per tutte le ultime notizie sul mercato di Serie B e non solo CLICCA QUI! 

Aiac Ulivieri Serie A
Pallone Serie B (Getty Images)

In conclusione della nota la firma di Renzo Ulivieri, che ha così preso una posizione decisa contro la decisione di estendere in linea generale il taglio degli stipendi ad allenatori e collaboratori.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Emergenza Coronavirus | Stipendi giocatori: Damiani va all’attacco!

Calciomercato, piano Juve: i gioielli dell’Under 23 per anticipare il Real