Fabio Lupo, direttore sportivo del Venezia, ha rilasciato un’intervista al ‘Corriere del Veneto‘ parlando dell’infortunio di Felicioli, Marino e non solo

venezia lupo
Fabio Lupo ds Venezia (Getty Images)

Queste le parole di Fabio Lupo, direttore sportivo del Venezia, partendo dal grave infortunio di Felicioli: “Credevamo che Felicioli dovesse fermarsi due mesi, ma ulteriori accertamenti hanno evidenziato che il problema è più serio. Non sappiamo quando lo riavremo. Il recupero di Marino è rapidissimo, il ragazzo brucia le tappe: il nostro scopo, però, è riaverlo sano e non accelerare i naturali tempi di guarigione“.

Sulla stagione della squadra arancioneroverde: “Crediamo di aver fatto qualcosa di importante, abbiamo ricostruito la squadra dalle fondamenta e il periodo di adattamento dei nuovi giocatori è stato relativamente breve. Abbiamo nove punti, sono un buon bottino, anche se in casa dobbiamo cambiare marcia“.

Leggi anche —-> FOTO BNEWS – Venezia, il DS Lupo alla Conference 403: le dichiarazioni

Venezia, Lupo: “Dionisi bravo a gestire situazioni difficili”

Su Cosenza-Venezia: “Abbiamo preso un gran ritmo e sono veramente contento del pareggio di Cosenza. Anche in una giornata in cui non siamo stati brillanti e in cui non siamo stati il solito Venezia, la squadra è andata a conquistarsi il punto con le unghie e con i denti. Di cattiveria, dimostrando quella voglia di chi sa quello che vuole e lo vuole a tutti i costi“.

Per tutte le notizie sulla Serie B CLICCA QUI!

Sul miglior colpo di mercato: “Non mi piace parlare dei singoli, perché amo il concetto di squadra al di là delle frasi fatte banali. Ma dico che il miglior acquisto è stato Alessio Dionisi. Credevo ciecamente in lui, ma non credevo che avrebbe trovare la quadratura del cerchio così in fretta. Sa lavorare, è bravo a gestire situazioni difficili, magari anche quelle che all’esterno giustamente non si percepiscono e trasmette grande coinvolgimento alla squadra“.

L.M.P.