Fulvio Pea (Getty Images)

I risultati di sabato rendono ancora più importante la sfida tra Ascoli e Padova, primo dei due posticipi della 38a giornata. Soprattutto per l’Ascoli, che può inseguire un solo risultato, la vittoria, se vuole accorciare lo svantaggio dalla zona salvezza e contemporaneamente tenere a distanza di sicurezza il Vicenza. Ma non può sbagliare neanche il Padova, a cui il pareggio della Reggina impone di fare risultato per non vedere ridursi il vantaggio dalla zona playout.

ASCOLI: Silva deve rinunciare, oltre che a Di Donato, anche a Fossati, che non ha recuperato, e a Peccarisi, che dovrà essere operato. Le scelte sembrano fatte, con Scalise, Morosini e Feczesin favoriti su Conocchioli, Colomba e Soncin.

PADOVA: Problemi davanti per Pea: Farias non è stato neanche convocato, Cutolo sì ma non è al meglio e potrebbe andare in panchina. Alle spalle di Bonazzoli ci saranno uno tra Vantaggiato e Raimondi più probabilmente Viviani.

Probabili formazioni:
Ascoli (3-5-2): Maurantonio; Ricci, Prestia, Faisca; Scalise, Russo, Loviso, Morosini, Pasqualini; Zaza, Feczesin. All.: Silva.
Padova (3-4-2-1): Silvestri; Cionek, Dellafiore, Trevisan; Rispoli, Iori, Zé Eduardo, Jelenic; Viviani, Vantaggiato; Bonazzoli. All.: Pea.