Queste le pagelle di Pro Vercelli – Varese, 37a giornata del campionato di Serie B.

 

PRO VERCELLI

 

Valentini 6: ha un buon riflesso nella prima occasione, sul tiro di Filipe. Poteva forse far qualcosa di più sulla rete di Rea, anche se i demeriti maggiori sono da assegnare alla retroguardia.

 

Abbate 6: partita attenta anche se Zecchin risulta non facile da marcare.

 

Ranellucci 6,5 : realizza la rete che apre la gara. Sia lui che Borghese controllano bene Ebagua e Neto, mostrando grande affidabilità.

 

Borghese 6,5: stessi meriti con il compagno di reparto. Anche lui in rete quest’oggi.

 

Scaglia 6: nel primo tempo non riesce a sganciarsi come vorrebbe, ma il compito difensivo rimane sufficiente. Maggiormente attivo nella ripresa.

 

Germano 5,5: qualche passo in avanti rispetto alla partita di Crotone, ma non è pienamente incisivo ai fini della manovra. (Dal 85′ Cristiano s.v.)

 

Appelt Pires 6: vista l’età non gli viene concesso un attimo di pausa. Anche questa sera ha il merito di recuperare tanti palloni, assistito da due giocatori di quantità ai suoi lati.

 

Filkor 6,5: ritrova la maglia da titolare. Buono il suo approccio alla gara, condita da discreti spunti nel corso del secondo tempo. (Dal 75’ Genevier 6: da una mano al centrocampo, senza sfigurare)

 

Scavone 6: ennesima partita dietro le punte, sinonimo della fiducia che Braghin ha in lui. Non scende sotto la sufficienza, ma resta un po’ meno determinato rispetto alle ultime uscite.

 

Iemmello 6: finalmente dimostra di aver voglia di giocare. L’attaccante calabrese si sbatte, mettendo in difficoltà la difesa varesotta. (Dal 67’ Ragatzu 6: non gli capitano grandi occasioni sui piedi, ma resta come sempre un elemento in grado di tenere la squadra alta. )

 

Eusepi 6: lui , di proprietà del Varese, ci tiene più degli altri a far bella figura. Non segna ma riesce a garantire una buona dose di ansia ai diretti marcatori.

 

All. Braghin 6: mette in campo una squadra accorta, che dimostra di avere piglio per onorare al meglio la competizione. La vittoria può essere giunta tardi ai fini della salvezza, ma la speranza è l’ultima a morire.

 

VARESE

 

Bressan 5,5: troppo statico sulla linea di porta, poteva far qualcosa di più sui gol vercellesi.

 

Struna 5,5: osa poco, lasciando a Ferreira Pinto il compito di spingere. Nel secondo tempo scala a centrale.

 

Troest 6: ostacolato da Kone’ sulla prima rete vercellese, sfortunato. Per il resto dimostra buona affidabilità.

 

Rea 5: trova il gol, ma perde Borghese sul secondo gol. Questo errore ha un peso maggiore sulla sua valutazione.

 

Franco 5,5: stesso discorso fatto per Struna. Dalle sue parti, Iemmello ed Eusepi provano a metterlo in difficoltà a più riprese. (dal 46’ Oduamadi 5,5: qualche sgroppata ma nulla di più per l’esterno ex Milan)

 

Ferreira Pinto 5,5: da un giocatore d’esperienza come lui, ci si sarebbe aspettato qualcosa di più. Lascia la velocità a casa ma nel secondo tempo ha la grande occasione per segnare, negatagli curiosamente da un compagno di squadra, ovvero Ebagua. (Dal 69’ Tripoli 5,5: dovrebbe dare una mano sull’esterno, ma non riesce ad incidere sul match come vorrebbe Castori)

 

Filipe 6,5: quantità e qualità per il centrocampista del Varese, dai cui piedi nasce sempre qualcosa di interessante. (Dal 80’ Martinetti s.v. )

 

Kone’ 6: ostacola Troest nell’occasione del primo gol vercellese. Per il resto, partita ai limiti dell’accettabile.

 

Zecchin 6,5: grande spinta, resta il pericolo maggiore in maglia rossa.

 

Neto Pereira 5,5: isolato, si ritrova pochi palloni giocabili.

 

Ebagua 5: lento e piuttosto impacciato, ribadisce un gol praticamente fatto togliendo la legittimità della segnatura al Varese e allo stesso Ferreira Pinto.

 

All. Castori 5,5 : da rivedere gli assetti difensivi della sua squadra, i cui demeriti vengono riscontrati su entrambi i gol della Pro Vercelli. Così non va, e la speranza playoff rischia di allontanarsi.