Dopo la sconfitta patita in casa contro il Livorno, le speranze play off del Varese si sono notevolmente affievolite, ma ci ha pensato l’attaccante dei lombardi Ebagua a suonare la carica e a ribadire che la squadra crederà nel traguardo fino alla fine. Ecco le sue dichiarazioni al termine del match: “Sono stati più cinici e maturi, noi stiamo lottando per raggiungere un traguardo importante per il terzo anno di seguito: ce la mettiamo tutta, ma a volte, fra sfortuna e nostri errori, non ce la facciamo proprio anche se diamo sempre il massimo, come è successo anche oggi. A volte ci si dimentica che fino a 4 anni a Varese si faceva la C2: in certi casi l’ambiente non ci aiuta, sembra di giocare contro noi stessi. Sono contento per quello che ho fatto con il Varese, per l’affetto che i tifosi dimostrano nei miei confronti, vorrei poterli ripagare ancora di più. Ci tengo a dire, a nome della squadra, che non è finita, che lotteremo finchè la matematica non ci condannerà: facendo alcuni conti 13 punti nelle prossime gare dovrebbero bastare per permetterci di raggiungere l’obiettivo prefissato”.