A due giorni dallo scontro diretto in casa della Ternana, per la Reggina ha parlato in conferenza stampa Simone Rizzato. Il capitano ha sottolineato come l’attuale posizione di classifica, frutto di tre vittorie nelle ultime quattro partite, consenta alla squadra di non dover dipendere più dai risultati delle altre concorrenti per la salvezza: “Abbiamo il dovere di mantenere alta la concentrazione, senza badare alle 3 vittorie ottenute nelle ultime 4 gare – si legge sul sito ufficiale della società -. Siamo in un buon momento, è vero, ma tutto ciò che dobbiamo fare ora è guardare avanti, pensare partita dopo partita ad ottenere il massimo senza guardarci alle spalle. I successi ottenuti ci permettono di essere artefici del nostro destino: la salvezza, ora, dipende solo da noi. La Ternana è una squadra importante, sta facendo un grande campionato per una neopromossa. A poche giornate dal termine ogni partita ha un peso specifico enorme, a maggior ragione uno scontro diretto come questo: dobbiamo esser pronti ad affrontare il clima bollente che sicuramente ci sarà al Liberati. Ho letto diversi appelli alla tifoseria in questi giorni, stanno preparando la gara con la Reggina come la più importante della stagione, dovremo essere all’altezza delle pressioni generate da una sfida simile. Del resto, però, sono queste le partite che un calciatore vorrebbe sempre giocare. Il campo dice che abbiamo raccolto gli stessi punti nelle trentacinque giornate disputate, la classifica ci vede due lunghezze dietro a causa della penalizzazione: i valori delle due squadre sono assolutamente simili e sono sicuro ne verrà fuori una partita vibrante, bella, equilibrata. Ho giocato insieme a Ragusa e Ceravolo nella Reggina, amici e elementi di grande spessore, con Miglietta nell’Ancona, grande calciatore giunto tardi in questa categoria. Hanno un’ossatura di ottimo livello e tra le eccellenze metto anche Vitale che, nel mio ruolo, a mio avviso, è il migliore interprete del campionato”.