Carmine Gautieri (getty images)

 

Il tecnico della Virtus Lanciano Carmine Gautieri concede un’intervista alla Gazzetta dello Sport. Ecco le sue parole in vista dell’impegno col il suo Bari, squadra con cui ha giocato per tre anni da giocatore: ”Speravo di arrivare a 7 giornate dalla conclusione con il Lanciano in corsa per restare in B. Possiamo ancora realizzare un altro piccolo miracolo, dopo la promozione conquistata nella scorsa stagione. Il Bari è quasi un intruso in zona-retrocessione: senza i 7 punti di penalizzazione, avrebbe lottato per i playoff. Si tirerà fuori. Mi auguro che pure la mia squadra si salvi. Con 49, 50 punti si è al sicuro. Rischiano le squadre dalla Juve Stabia in giù; a 45 punti non c’è la tranquillità. Quale giocatore del Bari eviterei? Iunco. Fa reparto, crea varchi e si sacrifica in interdizione. Avrei, però, l’imbarazzo della scelta nel reparto offensivo. Mi piacerebbe allenare Galano ma stimo tanto Ghezzal, Caputo, Tallo e Fedato. Per non parlare di Bellomo”