Giuseppe Pillon (getty images)

 

Conferenza stampa alla vigilia di Varese-Reggina per il tecnico degli amaranto Pillon. Ecco le sue parole, riprese dal sito ufficiale del club amaranto: ”Il lavoro settimanale è stato centrato sul recupero, considerato il logorio fisico e mentale che aveva portato un po’ di stanchezza alla squadra, siamo soddisfatti di quanto fatto negli ultimi giorni ma consapevoli di non aver ancora realizzato nulla. C’è grande equilibrio, eccezion fatta per le prime tre che hanno un valore diverso dalle altre squadre del campionato. La bagarre salvezza coinvolge un numero enorme di formazioni, fino a quota 41 siamo coinvolti tutti e non si può mollare nulla, tantomeno noi che siamo ancora dietro. Quando si subentra bisogna pensare unicamente a far meno danni possibile, l’unica ricetta che conosco per far risultato è: serietà nel lavoro, abnegazione totale, mentalità, entusiasmo, autostima e fiducia in quello che si fa quotidianamente. A fine anno tireremo le somme, oggi voglio che la mia squadra ogni volta che scende in campo affronti la gara come se non ci fosse un futuro, dando tutto ciò che ha. Dobbiamo arrivare in campo tonici, pronti ad affrontare una squadra molto fisica, tosta, che rispecchia il proprio allenatore. Davanti hanno giocatori di grandissimo valore come Ebagua e Neto Pereira, imposteranno una partita di grande agonismo, partiranno forte e noi dovremo essere pronti. Se andassimo “molli”, sarebbe perfettamente inutile scendere in campo. Non dobbiamo aver paura, sono curioso di vedere come risponderanno i ragazzi alle sollecitazioni di questo impegno”.

Marco Orrù