L’incredibile storia di Gianluca, ucciso dalla Camorra per una foto con Lavezzi

Una foto postata su Facebook con il suo idolo di sempre, Ezequiel Lavezzi. A Gianluca hanno portato via la vita a soli 31 anni dopo quello che è stato definito uno ‘sgarro’. “L’Artista è il tatuatore, non chi tatui, puoi tatuare anche un personaggio famoso, ma ciò che conta è il risultato sulla pelle! Non fatevi ingannare da queste sciocchezze, confrontate i lavori tra tatuatori e da li fate la vostra scelta”, questo il post dopo una foto col Pocho che ha alzato un polverone sul fatto che fosse lui il tatuatore del calciatore argentino. No, non era lui, ma a qualcuno non è piaciuto. E’ così arrivato prima l’avviso e poi la giustizia col fuoco e Gianluca ha perso la vita. Ora il suo assassino ha ricevuto l’ergastolo, ma nessuno ci ridarà Gianluca….

Notizie Correlate

Commenta