Moto Gp, Spies: “La mia caduta? Solo sfortuna”

Ben Spies racconta così la spaventosa caduta a Laguna Seca, dovuta alla rottura del forcellone della sua Yamaha: “Mi sentivo veramente bene, non avevo lo stesso grip che avevo nelle prime sessioni con la gomma più dura, ma negli ultimi dieci giri avevo iniziato ad allungare. Mi sono allontanato da Dovizioso e all’improvviso all’uscita del ‘Cavatappi’ la moto mi è scappata da sotto. Non ho avuto controllo, non è scivolata o altro, mi è scappata proprio via. All’inizio ho pensato fosse colpa di un avvallamento, ma non ce n’erano lì. Non è colpa di nessuno, ma solo sfortuna”.

Notizie Correlate

Commenta