Novara, Gonzalez: “Felice di essere tornato, voglio rimanere a tutti i costi. E su Rigoni…”

Pablo Gonzalez ha rilasciato alcune dichiarazioni riguardanti il suo ritorno a Novara: “Voglio per prima cosa ringraziare la famiglia De Salvo per avermi voluto fortemente. Sono qui per farmi trovare sempre pronto ed è una grande responsabilità tornare ed essere uno della vechia guardia: mi responsabilizzza e spero di fare il meglio possibile. Posso giocare tranquillamente con Piovaccari e Libertazzi, due anni fa hanno giocato anche insieme a Rubino e Ventola: possiamo giocare tutti con tutti. Una volta entravo nel secondo tempo e spaccavo la partita, adesso speriamo di essere importante sempre, durante tutta la partita. C’è grande affetto a Novara, ringrazio tutti, società e tifosi, che mi hanno sempre trattato benissimo. Tornare mi fa molto piacere e voglio ripagare tutto questo affetto sul campo. Sono tanti i bei ricordi di Novara: il primo gol in C1 col Monza in casa, quello al Milan in Coppa Italia, il primo in serie B e la finale dei playoff con il Padova. Mia moglie mi ha consigliato di tornare a Novara perché qui siamo a casa, la Samp è una grande squadra, ma l’affetto della gente e la familiarità del posto mi hanno fatto propendere per questa scelta. I blucerchiati erano vicinissimi, ma ogni giorno che passava mi allontanavo sempre di più dalla Samp e mi avvicinavo a Novara. Una sera non riuscivo a dormire per questo: allora ho chiamato di notte il mio procuratore e gli ho detto che volevo restare a tutti i costi a Novara”.

Chiusura sull’addio di Rigoni, passato al Chievo Verona: “Nessuno voleva la sua partenza, lo conosciamo benissimo, sia come persona sia come calciatore, e siamo contenti per lui: gli auguriamo il meglio”.

Notizie Correlate

Commenta