Spezia, il preparatore atletico e il medico sociale spiegano la preparazione

Il preparatore atletico dello Spezia, prof. Roberto Fiorillo, e il medico sociale, dott. Massimo Manara, hanno parlato della preparazione fisica che la squadra sta sostenendo a Neustift in vista della prossima stagione. “Diciamo che il lavoro procede spedito, anche grazie alle importanti strutture che abbiamo a disposizione – le parole del prof. Fiorillo, come si legge sul sito ufficiale -. Abbiamo messo in conto che sarà uno Spezia abbastanza imballato in queste prime uscite, ma sarà tutto lavoro che pagherà dopo, quando davvero conterà. Una preparazione fatta con i dovuti crismi necessita di 5-6 settimane di lavoro. Al momento abbiamo raccolto molti dati insieme con il Dott. Manara ed una serie di profssionisti che hanno coadiuvato il lavoro; chi si è presentato nelle migliori condizioni, di sicuro ne trae giovamento anche a livello di fatica in questa fase. Il mio obiettivo è portare tutti in condizione per l’inizio di campionato. Dopo aver lavorato sul volume, nella seconda fase del ritiro, a Pontremoli, lavoremo sulla qualità, rapidità e velocità, mettendo reattività nelle gambe dei nostri giocatori. Campionato lungo? Considerando il numero di partite giocato lo scorso anno tra campionato, coppa e supercoppa, direi che siamo sugli stessi numeri”. Il dott. Manara ha spiegato il lavoro del suo staff: “Abbiamo esaguito diversi test, in particolare nei primi due giorni a Spezia. I dati raccolti permettono di andare a stabilire un quadro personalizzato per atleta e lavorare di conseguenza; di certo questo è un gruppo su cui si può lavorare. In questa fase, di sicuro le strutture che la Società ha messo a disposizione ci permettono di lavorare al meglio, di certo Neustift è uno dei posti i migliori in cui sia stato. Dopo Milan, Parma, Quatar, devo dire che allo Spezia c’è una progetualità importante; io contribuisco con la mia esperienza”.

Notizie Correlate

Commenta