Padova, come vedono Zé Eduardo in Brasile

José Eduardo de Araújo, o semplicemente Zé Eduardo, vive la sua infanzia segnata da calcio. Figlio di un ex giocatore, Marcinho, è nato il 16 agosto 1991, a Uberaba. Nella città, Zé Eduardo ha iniziato a giocare a calcio all’età di 8 anni nel Independente Atlético Clube per raggiungere il Cruzeiro nell’aprile del 2003.
Al Cruzeiro Zé Eduardo si è distinto presto. E’ così che arriva la convocazione delle nazionali brasiliane U-16, U-19 e U-20, dove vince il sudamericano Under-20 nel 2009.

Dopo ottime prestazioni Zé Eduardo si è meritato una chance in prima squadra nel 2008 con l’allenatore Adilson Batista. Nonostante i soli 17 anni dimostra di essere un atleta maturo. Al Cruzeiro nel 2008, ha giocato otto partite, a volte come titolare e altre entrando al posto di Henrique, il tutto perché il Cruzeiro ha lavorato con un nucleo in Libertadores, e con una squadra diversa nel Campeonato Mineiro. Anche così, ha aiutato la sua squadra a vincere la competizione.

Anche se è presentato come un giocatore molto promettente, non ha ancora disputato molte partite in prima squadra.
Nel settembre 2009 arriva un cambiamento radicale nella sua carriera. A 18 anni viene ceduto per 500 mila euro all’Ajax dopo che i suoi agenti non hanno accettato il rinnovo del contratto con la squadra mineraria.
Nonostante l’inizio difficile e la distanza dalla famiglia, rimasta in Brasile, non ha avuto così tante opportunità, fino a essere venduto al Parma nella stagione finale, la sua prima stagione in Italia. Il giocatore ha collezionato solo sei gettoni e sempre entrando nella seconda frazione.

Senza pur avendo molto opportunità in Parma, è stato ceduto in prestito al Empoli dove finalmente ha giocato da titolare, più precisamente per 14 partite. Quest’estate il giocatore è stato ceduto in prestito a Padova, alla ricerca della sua prima opportunità per sfondare.

Zé Eduardo è un centrocampo difensivo, le sue caratteristiche principali sono il recupero della palla e la sua forza fisica. Si tratta di un giocatore che non si arrende il gioco, ma ha anche la capacità e la velocità. Si tratta di un giocatore che segna molto e che si propone in attacco. Il suo idolo è Ramires, il giocatore del Chelsea che è cresciuto come lui nel Cruzeiro. Si tratta di un giocatore che non indulge in campo, ha una grande resistenza e ha una certa qualità.

Zé Eduardo ama i giochi per computer, internet e i video. Di solito recita preghiere prima di entrare in campo ed entra sempre con il piede destro sul manto erboso. Zé Eduardo è un fan di funk e pagode, tipica musica brasiliana.

Zé Eduardo in Brasile è sempre stato presentato come un giocatore molto promettente, ma uno dei problemi più grandi è stata la sua rapida ascesa alla prima squadra dal Brasile, avendo poco tempo per crescere negli juniores. Tuttavia, se avrà spazio al Padova, ha tutto per essere un buon giocatore e alla fine sarà quello che tutti si aspettano in Brasile.

Jessica Corais da Rio de Janeiro

Notizie Correlate

Commenta