Il Milan vende Ibra e ci guadagna anche la Juve

Re Mida Ibrahimovic, l’uomo che trasforma in oro tutto ciò che tocca, continua a essere una miniera per sé per il suo entourage (Raiola docet) e per chi ha avuto la fortuna di credere in lui, ovvero il Balkan, il Malmoe l’Ajax e la… Juventus. Già proprio così, la Juventus a cui toccherà una fettina del premio di solidarietà previsto dalle leggi che regolano i trasferimenti tra i giocatori. Il club di corso Galileo, entra nella spartizione della torta per un nulla, ovvero per la stagione 2004/05, quella in cui Zlatan ha compiuto i 23 anni. In base ai parametri stabiliti dalla Fifa, i bianconeri, qualora il cartellino dello svedese fosse valutato 20 milioni, incasserebbero centomila euro, nel caso – come tutto fa pensare – sia fissato a 16 milioni, la cifra sarebbe pari a ottantamila euro. Va ricordato che lo stesso era accaduto pure per il trasferimento di Ibra al Milan e, prima ancora, per la sua partenza in direzione Barcellona. Che dire, davvero una miniera d’oro, lo svedese. Pure per i bianconeri che rinnegò nell’estate di Calciopoli. In gergo, la chiamano la legge del contrappasso…

Fonte: Tuttosport

Notizie Correlate

Commenta