Bari, parte la nuova stagione: le parole di Torrente, Garzelli e Angelozzi

Vincenzo Torrente

E’ partita ufficialmente oggi la nuova stagione del Bari. Prima della partenza per il ritiro di Alfedena, dove i ‘galletti’ resteranno fino al 31 luglio, staff tecnico e squadra sono stati presentati nella sala conferenze dello stadio ‘San Nicola’. Tra gli intervenuti, il direttore generale Claudio Garzelli, il direttore sportivo Guido Angelozzi e l’allenatore Vincenzo Torrente.
“Sono entusiasta di ripartire laddove ho seminato l’anno scorso – le parole del tecnico -. Questo gruppo è ancora più giovane rispetto ad un anno fa, ha potenzialità ma dovrà lavorare e sudare sul campo. Vogliamo regalare grandi cose alla nostra gente, a partire dal migliorarci in casa ed ottenere la salvezza. Non illudiamo nessuno, ma l’obiettivo è questo. Le penalizzazioni? Non mi spaventano, noi dovremo lavorare concentrati e sereni, consapevoli che quando scendiamo in campo dovremo dare sempre il meglio”.
Anche Angelozzi ha sottolineato la giovane età della squadra: “Come vedete presentiamo un gruppo giovane, nuovo, ma con tanta determinazione. Abbiamo cambiato quasi tutto lo staff tecnico, ma colgo l’occasione per ringraziare i collaboratori che sono andati via per il lavoro svolto con questa maglia. Dobbiamo ora pensare al futuro che ha come primo obiettivo la salvezza. Abbiamo lavorato molto sul mercato con le possibilità che abbiamo e continueremo a farlo per sfruttare le occasioni che si proporranno”.
Garzelli ha ricordato le difficoltà economiche della società: “Ormai tutti siete a consocenza delle difficoltà che abbiamo incontrato ed affrontato con dignità, riuscendo ad iscrivere la squadra al campionato senza incorrere in altre penalizzazioni. Abbiamo appianato quasi tutti i debiti che salderemo entro i prossimi cinque anni, grazie all’accordo raggiunto con l’Agenzia delle Entrate. La famiglia Matarrese ci è stata vicino sborsando quasi 15 milioni di euro per sostenere ancora la causa e non lasciar naufragare la società”.

Notizie Correlate

Commenta