Padova, Pea a 360 gradi su Italiano, Cuffa e Milanetto. E il mercato…

Fulvio Pea

Nella prima conferenza stampa dell’anno, il neo tecnico del Padova Fulvio Pea ha rilasciato alcune dichiarazioni su alcuni argomenti scottanti in casa biancoscudata, dalle situazioni di Vincenzo Italiano e Omar Milanetto, coinvolti nellindagine sul calcioscommesse, a quella di Matìas Cuffa, il cui addio non è stato  ancora digerito dai tifosi padovani. Senza disdegnare assolutamente l’argomento mercato: “Milanetto? Parte con noi per il ritiro, è un nostro giocatore. Per quanto riguarda italiano, invece, È una situazione legata alla dirigenza, su questo argomento non voglio esprimermi, lascio che sia la dirigenza a decidere”.

Qualche parola anche sul nuovo acquisto Viviani: “Senza nulla togliere agli altri, la scelta di Federico di venire a Padova è stata fatta perché sa di aver la possibilità di poter crescere e di potersi perfezionare. Aveva molte richieste, ma ha scelto noi e siamo molto contenti. Parlo poco dei singoli, lo spirito di squadra per me vale più di ogni altra cosa. Stiamo costruendo un gruppo di giovani importanti con qualche esperto. Viviani aveva tante richieste anche dalla serie A, così come sta capitando ad altri giocatori. I dirigenti non li vedete perché sono giro per l’Italia a raccogliere firme che sono fondamentali per il nostro progetto”.

Su Cuffa, poi, è molto chiaro: “Credo che non farà parte del nostro gruppo, al momento gli è scaduto il contratto e non è più un giocatore del Padova”. Campagna acquisti che potrebbe regalare al Padova un campionato da protagonista, ma Fulvio Pea preferisce non sbilanciarsi: “Prima di tutto una salvezza tranquilla, poi vedremo strada facendo cosa succederà. Sta nascendo una squadra interessante, abbiamo l’obbligo di provare a fare buone prestazioni. Il sistema di gioco? 3-5-2 o 3-4-3, lo decideremo quando avremo tutta la rosa a disposizione. La base rimane la difesa a tre, abbiamo optato per una difesa a tre per ridurre gli spazi e nasconde qualche difetto evidenziando i pregi

Infine, ampia chiusura sul mercato: “Baraldi e Salvatori hanno fatto uno splendido lavoro fino a questo momento, della lista che avevamo fatto qualche settimana fa sono arrivati praticamente tutti. Abbiamo una squadra giovane, ma con qualche giocatore esperto, come Piccioni. La dirigenza ha fatto un lavoro eccezionale e sta valutando dove è bene spendere, è chiaro che stiamo completando la rosa con alcuni giocatori esperti o giovani di grandissime prospettive. Logico che dal punto di vista economico da adesso in poi ci sono maggiori problemi, quindi bisogna lavorare con attenzione. Una volta completato il lavoro tireremo le somme. I nostri dirigenti sono stati molto bravi e abili, perché non è facile fare un mercato in questo modo”.

Notizie Correlate

Commenta