Empoli, parla il ds Carli: “Abbiamo commesso degli errori, ma vogliamo ricostruire”

Marcello Carli, direttore sportivo dell’Empoli, ha rilasciato interessanti dichiarazioni a ‘Il Tirreno’, in cui ha analizzato la stagione appena conclusasi, partita con presupposti ambiziosi e invece salvatasi alla fine dall’incubo Lega Pro, e facendo poi il punto sul mercato empolese, che è cominciato dall’ingaggio del nuovo tecnico, Maurizio Sarri: “E’ un ottimo tecnico, preparato, e sviluppa un calcio molto propositivo; pensiamo che sia il tipo giusto e che possa servire a ridare entusiasmo sia alla squadra che a tutta la piazza. Veniamo da una stagione molto difficile in cui, è giusto ammetterlo, abbiamo commesso diversi errori. Quest’anno però, vogliamo ricostruire una squadra che punti alla salvezza e che abbia tanto carattere, difficile da battere, una squadra che dia del filo da torcere in ogni partita”.

Capitolo mercato: “Questo sarà un mercato difficile a livello generale fanno fatica i club più importanti d’Italia ed è ovvio che anche noi possiamo trovare delle difficoltà, ma faremo il possibile per creare una squadra competitiva. Stiamo lavorando e lavoreremo con lo spirito che ha sempre avuto l’Empoli, stando attenti anche al bilancio. La prossima settimana comunque ci saranno sicuramente delle novità, vogliamo arrivare al raduno con una rosa abbastanza delineata. Poi è ovvio che il mercato è lungo e per completare la rosa in maniera definitiva occorrerà tempo. Ripartiamo da quei giocatori che sono ancora sotto contratto con noi e che saranno l’ossatura della nostra squadra. Da loro ricominciamo per costruire una rosa che non sia formata da più di ventidue-ventiquattro elementi, in cui ci possano essere alcuni giocatori d’esperienza e poi tanti giovani che possano crescere. Abbiamo un buon rapporto con i vari Inter, Milan e Juventus che stimano la maniera in cui sappiamo valorizzare i giovani, quindi ci stiamo muovendo per ottenere quattro o cinque ragazzi di valore dalle loro squadre Primavera che possano darci una mano ad affrontare al meglio la prossima stagione e allo stesso tempo valorizzarsi. A parte l’età quello che è importante sarà avere un gruppo di giocatori motivati. Nessuno deve venire o restare ad Empoli controvoglia”.

Notizie Correlate

Commenta