Italia-Croazia, le pagelle della sfida

Andrea Pirlo

Ecco le pagelle di Italia-Croazia:

ITALIA

Buffon 6 – Bravo su una palla tagliata e insidiosa nel primo tempo su cui non interviene Jelavic. Per il resto, sempre attento e sicuro. Non può nulla sul gol ravvicinato della Croazia.

Bonucci 6 – Buona prestazione sia sul gioco aereo sia su quello della concentrazione. Sul piano aereo contrasta al meglio i colossi dell’attacco croato.

De Rossi 6,5 – Bisogna ricordarlo per l’ennesima volta: questo non è il suo ruolo. Precisazione d’obbligo, vista l’autorevolezza con cui si destreggia al centro della difesa azzurra e il carisma con cui sviluppa le sue giocate. Leader, ancora una volta.

Chiellini 5,5 – Consueto atteggiamento gladiatorio che gli permette di sgomitare al meglio contro Jelavic e Mandzukic. Grave però l’errore in marcatura su Mandzukic in occasione del pareggio croato.

Maggio 6 – Spinta costante sulla fascia che risulta importante per la manovra italiana.

Thiago Motta 6 – Nei primi minuti viene rimproverato da Prandelli per la pigrizia in fase difensiva. Recepisce forte e chiaro e non manca di fare il lavoro sporco in mezzo al campo, anche se i suoi inserimenti oggi si notano meno. (63′ Montolivo) 6 – Buon giro palla e corsa, qualcosa in più rispetto a Thiago Motta, ma non è abbastanza per incidere più di tanto.

Pirlo 6,5 – Un gol dei suoi per spianare la strada della vittoria e, come di consueto, tanta qualità che dà la luce al gioco dell’Italia.

Marchisio 7 – Padrone del centrocampo e non solo. In mediana ruba palloni e contrasta Modric e compagni e in avanti, con i suoi inserimenti al veleno, risulta uno dei più pericolosi, mancando il gol solo per la doppia, grande opposizione di Pletikosa.

Giaccherini 6,5 – Si adatta sempre più al ruolo cucito per lui da Prandelli. Abnegazione e dedizione alla causa da vendere, senza disdegnare folate offensive ottime per dar respiro al palleggio azzurro.

Cassano 6 – Una partita timida, senza grandissimi acuti e qualche indecisione in fase di concretizzazione. Nel complesso però non male. (83′ Giovinco) s.v – Poco più di 10 minuti per provarci, ma non basta.

Balotelli 6 – Qualche conclusione insidiosa e buon impegno. Nella ripresa si spegne un po’ e il ct giustamente lo sostituisce. (69′ Di Natale) 6 – Si muove e ci mette impegno, ma non entra in un momento facile della partita.

CROAZIA

Pletikosa 6,5 – Grandissimo doppio intervento su Marchisio nel primo tempo. Per tutta la partita sempre deciso e lucido.

Srna 6,5 – Sulla destra quello con Giaccherini oggi è un gran bel duello fatto di tanta corsa e spinta inesauribile.

Korluka 6 – Cambia il modulo ma la sua prestazione rimane sempre sufficiente e priva di sbavature, poiché senza timore contrasta Balotelli e spesso ne esce vittorioso.

Schildenfeld 6 – Affianca degnamente il compagno di reparto e gioca con tranquillità.

Strinic 6 – In fase difensiva è attento e diligente contro un cliente difficile come Maggio e di tanto in tanto si fa vedere in avanti con buona qualità.

Rakitic 6,5 – Spinta senza soluzione di continuità e minaccia costante per gli esterni azzurri. Forse il migliore dei croati.

Vukojevic 6 – In mediana ci mette tanta legna e copre le spalle al talento di Modric.

Modric 6 – Nulla di straordinario, ma la manovra dei suoi passa necessariamente dai suoi piedi.

Perisic 5,5 – Rakitic dall’altra parte fornisce una prestazione molto più positiva. Si nota poco in avanti. (68′ Pranijc) 6 – Fiato e dinamismo fanno dei suoi 20′ una prova sufficiente.

Madzukic 6,5 – Prezioso lavoro di sponda e prontezza di riflessi quando approfitta dell’errore di Chiellini e insacca il gol del pareggio. (94′ Kranjcar) s.v – Un paio di minuti solo per spezzare il ritmo d’attacco dell’Italia.

Jelavic 6 – Non mancano movimento e pericolosità in attacco. (83′ Eduardo) s.v – Qualche minuto per concedere un po’ di respiro al compagno stremato.

Notizie Correlate

Commenta