Italia-Spagna, le pagelle della sfida

Ecco le pagelle di Italia-Spagna:

ITALIA

BUFFON 6,5: Sempre attento, anche se non viene chiamato quasi mai in causa dall’attacco iberico. Decisivo in uscita su Torres nel secondo tempo

BONUCCI 6: E’ il meno lucido della retroguardia azzurra, ma la sua gara è priva di sbavature.

DE ROSSI 7: Dirige alla grande la difesa, come se ricoprisse questo ruolo da una vita. Non fa assolutamente rimpiangere l’infortunato Barzagli.

CHIELLINI 6,5: Ritorna in campo dopo il ko subito nell’ultima parte di stagione con la Juve e ci mette, come al solito, tutta la sua grinta.

MAGGIO 6: E’ il lontano parente del giocatore visto contro la Russia. Affonda solo a sprazzi sulla destra, ma quando lo fa si rende sempre pericoloso.

MARCHISIO 6: Non disputa una delle sue migliori gare, ma nel finale di tempo ha l’occasione per mettere il suo timbro sulla gara con uno dei suoi classici inserimenti. Peccato.

PIRLO 6,5: Stenta ad entrare nel vivo della manovra in avvio per il gran pressing dei centrocampisti iberici. Nella seconda parte prende la squadra per mano e regala a Di Natale un pallone da depositare solo in rete.

MOTTA T. 5: Si rende pericoloso con un gran colpo di testa sul finire del primo tempo, ma resta quello l’unico sussulto di una prova anonima. (NOCERINO ’89): sv.

GIACCHERINI 6: Si sacrifica in copertura e corre fino alla fine, mettendosi al servizio dei compagni di squadra. Debutto positivo, nonostante l’errore in marcatura in occasione del pareggio iberico.

BALOTELLI 4,5: Prova davvero incolore per l’attaccante del Manchester City, che nei primi minuti della seconda frazione sciupa una ghiotta occasione facendosi rimontare da Sergio Ramos. ( 56′ DI NATALE) 7: Impiega appena quattro minuti per riprendersi la sua personale rivincita contro la Spagna, dopo il rigore fallito agli Europei del 2008. Cerca di ripetersi qualche minuto dopo, ma l’invito di Giovinco è troppo lungo.

CASSANO 6,5: L’attaccante rossonero è il più pimpante nella prima parte di gara, con spunti degni di nota e un tiro che fa la barba al palo. Sarà fondamentale il suo apporto in questo Europeo. (GIOVINCO ’65) 6: Ha poco tempo per mettersi in mostra, ma le sue qualità non si discutono.

SPAGNA

CASILLAS 6,5: Risponde alla grande alla punizione di Pirlo nella prima frazione. Non può  fare nulla sulla rete di Di Natale.

ARBELOA 6: Partita sufficiente, anche perché Giaccherini da quella parte spinge meno del solito.

PIQUE’ 6,5: Di testa le prende tutte, ma anche con i piedi sa farsi valere nelle ripartenze dei suoi compagni di squadra.

SERGIO RAMOS 6: Forma una coppia difensiva di tutto rispetto con Piquè, ma in qualche occasione soffre le giocate di Cassano.

ALBA 5,5: Perde più di un duello con Maggio: è l’anello debole della retroguardia di Del Bosque.

BUSQUETS 6: Buona gara in interdizione, ma il centrocampista blaugrana ci ha abituato a prestazioni più importanti.

XAVI 6,5: E’ l’elemento imprescindibile della Nazionale spagnola, capace di dare tempi ed idee. Ci prova su calcio piazzato, ma la mira non è quella dei giorni migliori.

XABI ALONSO 6: La sua non sarà una gara da ricordare. Meglio nella ripresa quando prende le misure agli avversari e riesce ad incidere maggiormente.

SILVA 6: Quando punta Bonucci, mette i brividi a Prandelli e non solo. Splendida la giocata che libera Fabregas in occasione del pareggio della Spagna. (65′ JESUS NAVAS) 6: Prova qualche accelerazione della sue sulla corsia destra, ma la difesa azzurra è sempre attenta.

FABREGAS 6,5: Non è un attaccante, ma riesce a farsi valere tra le maglie della difesa di Prandelli. Ha classe da vendere e non sbaglia il pallone dell’1-1. (TORRES ’73) 6: Dimostra subito di essere in condizione con un grande allungo, ma Buffon è bravo ad anticiparlo. Prova il colpo del ko con un pallonetto che finisce alto.

INIESTA 7: Salta gli avversari come birilli, non sbaglia un pallone e si permette anche il lusso di sfiorare il gol in diverse circostanze. Che giocatore…

 

 

 

Notizie Correlate

Commenta