Lecce, Cosmi annuncia l’addio: ”Non ci sono programmi, sarei rimasto anche in Eccellenza”

Serse Cosmi

 

Serse Cosmi e il Lecce si separano. Dopo la retrocessione in Serie B la situazione del club pugliese è preoccupante, anche perchè manca una dirigenza motivata che voglia ricominciare da capo. L’ha capito anche il tecnico perugino e nonostante abbia fatto un gran lavoro col club pugliese, sa che senza un progetto di base non si va avanti. Al quotidiano ‘Il Corriere del Mezzogiorno’ ha chiarito le ragioni del suo addio: ”Ho incontrato il Presidente Semeraro pochi giorni fa, ma è stato un incontro semplicemente per salutarci, non ci sono le condizioni per poter andare avanti e il Patron lo sa. Infatti non mi ha fatto neanche una proposta, è stato onesto. Lo ringrazierò sempre per avermi dato l’opportunità di riscattarmi dopo un periodo difficile per me sul piano del lavoro”. Poi Cosmi, nel corso dell’intervista, prova a spiegare il futuro del club leccese: ”C’è una situazione di estrema incertezza e l’allenatore è l’ultimo dei problemi della società. Questa fase di stallo è comunque molto preoccupante. Credo che la parola giusta per definire questo momento sia disorientamento: dei tifosi, che non sanno che fine farà la squadra e della società, alle prese con mille problemi”. Alla domanda se Cosmi allenerebbe il Lecce anche in Serie B, il tecnico ha risposto così: ”Se è per questo lo allenerei anche in Eccellenza, non ne farei una questione di categoria, ma di programmi. Purtroppo qua non ce ne sono. Nel Salento mi sono trovato benissimo e sarei voluto rimanere per tanti anni, ma di mestiere faccio l’allenatore e se qua non c’è un piano per andare avanti io mi devo guardare attorno”. E il futuro di Cosmi quale sarà?: ”Commenterò gli Europei per la Rai e poi andrò in vacanza alle Baleari, in Spagna. Non ho avuto contatti con nessuno e mi dispiace perchè penso di aver fatto bene quest’anno. Aspetto…”.

di Marco Orrù

Notizie Correlate

Commenta