Sassuolo-Sampdoria, le pagelle della semifinale playoff

Gianluca Sansone

 

Ecco le pagelle di Sassuolo-Sampdoria:

SASSUOLO

Pomini 6: Inoperoso per l’intera gara. Il suo voto potrebbe anche essere un semplice s.v. In finale però ci va la Samp…

Terranova 6,5: Un leone, sia in difesa, che in attacco: trova anche il gol, ma l’arbitro annulla per fuorigioco di Longhi che gli aveva fatto l’assit. Offside che poi si rivelerà molto, ma molto dubbio.

Piccioni 6: La Samp non punge e lui non ha troppo lavoro da sbrogliare. L’unica volta che però Eder lo punta, lo stende e si becca un ammonizione. Nel finale espulso per proteste.

Marzorati 6,5: Come i suoi compagni di reparto non ha molto lavoro e rimane concentrato fino all’ultimo, bloccando tutte le possibili avanzate doriane.

Gazzola 5,5: Il Sassuolo attacca più da sinistra dove c’è Longhi piuttosto che da destra dove c’è Gazzola. Difatti, quest’ultimo, viene sacrificato per inserire la terza punta all’intervallo.

(dal 1′ st Troianiello) 6,5: Dà verve all’attacco del Sassuolo che nella ripresa è molto più incisivo. Ci prova sia con l’assist, sia col gol, ma invano.

Magnanelli 6,5: Ci prova spesso col tiro da fuori, in un occasione è bravissimo Da Costa, nelle altre la mira non è dele migliori. Ma la sua prova è più che buona.

Valeri 6,5: Ha il merito di trovare la rete del pareggio, ma poi se ne mangia un altra ancora più facile della prima.

Longhi 7: Oggi ha fatto i chilometri sulla fascia sinistra. Decine e decine di palloni messi in mezzo, tanto sacrificio nei ripiegamenti. Un treno nella partita di oggi. Peccato che un suo assist decisivo a Terranova che la mette dentro, venga vanificato per un fuorigioco molto dubbio.

(dal 28′ st Consolini) 5,5: Avrebbe dovuto fare il grande lavoro che ha fatto Longhi su quella fascia, ma non riesce ad imitarlo negli ultimi 20 minuti di gioco.

Missiroli 6,5: Nel primo tempo è sacrificato in un ruolo troppo arretrato. Nelal ripresa Pea lo libera e lui mostra tutte le sue qualità. E’ mancato il gol.

Sansone 6,5 : L’assist per Valeri sul gol del pareggio è delizioso perchè lo serve nell’unico pertugio giusto. Ci prova fino alla fine, è in palla e si vede. Gioca più da assist-man che da goleador oggi, ma purtroppo per lui nessuno dei suoi compagni riesce a mettere dentro il gol-qualificazione.

Boakye 5,5: Insufficiente la sua prova. Troppi errori al momento del passaggio decisivo, troppi personalismi e poi la grossissima ingenuità del rigore regalato a Eder a inizio partita.

(dal 28′ st Noselli) 5,5: Come Consolini non riesce ad essere incisivo più di tanto nell’assalto finale alla porta di Da Costa.

Allenatore, Pea 7: Questo Sassuolo oggi non poteva fare di più. Ha assediato la porta di Da Costa dall’inizio alla fine, senza tuttavia riuscire a bucare per la seconda volta il portiere Da Costa. Stagione comunque positiva.

 

SAMPDORIA

Da Costa 7: Non si fa intimorire dall’assedio del Sassuolo e respinge tutto. E’ un muro insuperabile su cui sbattono i neroverdi, ed è bravo in tante circostanze.

Rispoli 5: Quando viene puntato va in severa difficoltà. Quello che cercano di fare Missiroli e soprattutto Longhi che lo asfalta letteralmente.

Gastaldello 5,5: Grande sofferenza, gli attaccanti del Sassuolo sbucano ovunque e lui prova a mettere qualche pezza qua e là. Alla fine, ad esultare è lui.

Rossini 5: Come Gastaldello, con l’aggravante che si lascia spesso saltare da Sansone e nonchiude bene dalla parte di Troianiello.

Costa 6: Se il Sassuolo attacca prevalentemente da sinistra, èanche perchè a destra c’è Costa che non è un cliente facile. Ottima una suachiusura su Troianiello pronto a ribadire in rete uno dei tanti cross di Longhi.

Munari 5: Viene travolto dal centrocampo dei neroverdi e non riesce ad imporre il suo fisico e il suo gioco. Arranca, soffre, non riesce a ripartire. Pura sofferenza, fino alla fine.

Obiang 5,5: Oggi cura solo la fase di non possesso perchè il Sassuolo ha assediato la Samp per tutto il match. E’ mancato in fase propositiva, anche per cercare di alleviare la sofferenza continua alla squadra.

(dal 44′ st Volta) s.v.

Renan 5: La Samp gioca in trincea per tutto il match e Renan ne risente perchè lui non è un centrocampista difensivo a va in affanno. Talmente tanto che non riesce neanche a calibrare il suo sinistro, solitamente preciso.

Juan Antonio 5,5: Sembra che lui e Foggia giochino meglio quando entrano dalla panchina. Oggi è successo all’argentino: bene da subentrato 3 giorni fa, così così oggi da titolare, anche se è stata una partita di sofferenza per la Samp.

(dal 20′ st Soriano) 6: Schierato da finto trequartista, è il primo che va a pressare tutti e nel finale è prezioso.

Eder 6: Così come Pozzi anche lui si sacrifica tanto per la squadra, non ricevendo un pallone uno dai suoi compagni, ma andandoseli a recuperare lui. in più si fa fare anche tanti falli, soprattutto nel finale.

Pozzi 6: Hail merito di segnare il rigore che dà subito il vantaggio alla sua squadra, poi si deve sacrificare in un lavoro difensivo che lo sfianca. In attacco non lo si vede mai, ma del resto tutta la Samp non la si vede mai in attacco…

(dal 27′ st Pellè) 6: Ha preso tante botte, tanti colpi e palloni ne ha visti pochi. Però col suo fisico è entrato appositamente per fare la ‘guerra’ con tutti.

Allenatore, Iachini 6: Il voto positivo è per aver raggiunto la finale. Ma contro il Varese servirà tutta un’altra Sampdoria. In sofferenza dall’inizio alla fine.

 

di Marco Orrù

Notizie Correlate

Commenta