Vicenza, Cagni: “Col Bari la nostra finale di Champions League”

Contro il Bari domani il Vicenza si gioca le sue ultime possibilità di uscire dalla zona playout. Il tecnico Luigi Cagni ha parlato oggi nella tradizionale conferenza stampa della vigilia. “Questa mattina mi hanno intervistato alla radio e ho detto che non è irriverente paragonare la gara di domani a Chelsea-Bayern – ha iniziato l’allenatore -. Domani dobbiamo giocarci la partita secca, con un unico risultato e siamo pronti a farlo, questa è la cosa importante. Sotto questo profilo sono sereno perché la squadra si è allenata bene ed è pronta a fare una partita importante. Questa è una squadra che ha battuto il Verona, ha messo sotto il Pescara, però la classifca parla chiaro. Questa è la realtà dei fatti e bisogna accettarla. Speriamo di essere in grado di fare domani una buona partita ma sono sicuro che sarà così. Certo c’è lo stress, ma lo stress non deve condizionare altrimenti questi ragazzi non possono fare questo lavoro. Ormai però abbiamo capito che questa è una squadra che facilmente si deprime, quindi l’unica cosa che chiedo al pubblico domani è di non fischiare al primo passaggio sbagliato. Da parte nostra cercheremo subito di dare intensità al gioco quindi potremmo essere anche indotti all’errore, però dovremo essere compatti e non perdere lucidità. Sarà una di quelle partite in cui hai vantaggi e svantaggi. Il vantaggio è che loro non verranno qui per portare via il punticino che a loro non serve a nulla, però dall’altro lato avremo davanti una squadra serena e tranquilla che ha anche buone qualità tecniche, che fuori casa ha vinto nove volte, pericolosissima in contropiede, giovane e rapida. Certo non staranno molto attenti all’equilibrio tattico e quindi noi dovremo sfruttare questo fattore a nostro vantaggio. La conoscenza dell’avversario è importantissima, ma poi conta soprattutto quello che faremo noi. Il Vicenza è una squadra che se sta bene può vincere con chiunque. Il modulo? Deciderò domani,  ma l’importante sarà restare equilibrati. Sarà molto importante cercare di riconquistare la palla il più presto possibile e il più lontano possibile dalla nostra porta”.

Notizie Correlate

Commenta