Sassuolo-Reggina, parla l’ex Missiroli: ”Tanta emozione per me domenica, in maglia neroverde potevo fare di più”

Simone Missiroli

 

In Sassuolo-Reggina di domenica prossima ci sarà un ex molto speciale nelle file dei neroverdi. Stiamo parlando di Simone Missiroli, a inizio stagione con la maglia amaranto, da gennaio con la casacca degli emiliani. Al portale ‘reggionelpallone’, il trequartista calabrese ha voluto svelare le sue sensazioni: ”Non so ancora quanto emozione proverò, è la prima volta che affronto la mia ex squadra dove sono nato e cresciuto, ovvio che non sarà una partita come le altre per me”. I suoi ex compagni arriveranno al Braglia senza stimoli: ”Difficile dire cosa non abbia funzionato. Io ho visto quasi tutte le parte della Reggina da quando sono andato via e forse è mancata un pò di convinzione. Troppi punti regalati come nelle partite con il Bari e il Crotone. Al momento che la squadra ha rallentato, le altre, vedi Varese e Sampdoria, hanno accelerato e non c’è più stato niente da fare. Se fossi rimasto io? Magari sarebbe andata anche peggio… Battute a parte, non si può mai sapere e non è giusto anche nei confronti dei miei ex compagni, anche se avevo dato un buon contributo nella prima parte della stagione”. Contributo che Missiroli non è riuscito a ripetere nella seconda parte del campionato col Sassuolo: ”E’ vero, avrei potuto dare di più. Non è stata questione di ambientamento, ma una questione di meccanismi. A Reggio giocavo a memoria, qua ho dovuto imparare nuovi schemi e nuove strategie di gioco”. La possibilità della promozione diretta, per il Sassuolo, sembra ormai sfumata: ”Non abbiamo ancora abbandonato ogni speranza, facciamo sei punti e poi vediamo. In caso di playoff arrivare terzi sarebbe importantissimo per il miglior piazzamento. Certo, i playoff sono una lotteria e Verona, Sampdoria e Varese sono avversari tosti, ma per pensarci c’è tempo”.

di Marco Orrù

Notizie Correlate

Commenta