Torino, Vives: ”Mi gioco la testa se qualcuno trova qualche mio comportamento scorretto. Sul calcioscommesse sono innocente”

Giuseppe Vives

 

Il centrocampista del Torino Giuseppe Vives è stato un gigante nel match di due giorni fa contro il Sassuolo. Una prestazione che ha aiutato la squadra a vincere e ad avvicinarsi alla promozione in Serie A. Il giocatore ex Lecce, in questi mesi, ha dovuto subire suo malgrado il calcioscommesse, essendo stato tirato in ballo e messo in mezzo da terze persone. Al quotidiano ‘Tuttosport’ ha voluto dare la sua versione dei fatti: ”Pretendo chiarezza. Mi faccio tagliare la testa se qualcuno trova qualche mio comportamento scorretto. Sono stato zitto finora, perchè mi sono concentrato sulla squadra e sulla promozione. Non riesco a capire e non mi capacito di chi mi abbia voluto tirare in mezzo e perchè, non l’ho ancora capito. Mi sono tenuto dentro tutto finora e sopportare tutto questo è stato un supplizio in più. Non temo nulla perchè so di essere innocente, la mia famiglia è stata fondamentale per me e anche i miei amici mi hanno dato un grande aiuto”. Vives, poi, parla del suo Toro: ”Tra Pescara e martedì è cambiato tutto, questa squadra non ha mai sbagliato due partite di fila. Col Sassuolo sono bastate poche parole, ma sapevamo di non poter più sbagliare. Giocando così anche domenica col Modena potremo festeggiare. Domenica hanno festeggiato i tifosi della Juventus, fra qualche giorno dobbiamo farlo noi e i nostri tifosi, me l’ha detto anche mio padre che è venuto a trovarmi in questi giorni. Nella mia carriera devo ringraziare De Canio a Lecce che mi ha riciclato in un altro ruolo e qui al Toro sono uno dei giocatori più duttili. Ho perso tempo in estate per alcuni guai fisici, ma ho sempre dato tutto e tutto sommato ho fatto la mia parte. Futuro? Io il contratto ce l’ho, se la società è d’accordo rimango qui”.

di Marco Orrù

Notizie Correlate

Commenta